0
(0)

Il 26 febbraio, la Scuderia Ferrari ha presentato la squadra 2021 che affronterà l’ormai imminente nuova stagione di Formula 1. All’evento hanno partecipato “virtualmente” oltre 300 tifosi da tutto il mondo, i giornalisti e i partner. All’inizio, un cortometraggio ha presentato i due piloti titolari, Charles Leclerc e Carlos Sainz. Successivamente i due si sono sottoposti al fuoco incrociato delle domande. Il primo a rispondere però è stato il team principal Mattia Binotto.

BINOTTO — Il team principal ha detto che il 2021 sarà un anno “impegnativo” ma anche che “questo dovrà essere un campionato all’insegna del riscatto.” Questa la sua analisi: “Sappiamo che si tratterà di una stagione di transizione, anche per via dei regolamenti che non permettono di cambiare sostanzialmente la vettura, ma semplicemente di portarne in pista una evoluzione. Abbiamo individuato quali sono stati i problemi della SF1000 e abbiamo migliorato la monoposto in tutte le aree concesse dal regolamento. Avremo un motore nuovo, un’aerodinamica rivista e un retrotreno modificato. Vogliamo fare bene, non vediamo l’ora di scendere in pista per poterci confrontare con i nostri avversari e verificare la bontà del lavoro che abbiamo svolto.” Binotto ha poi ricordato che quest’anno si dovrà cominciare a lavorare sulla macchina del 2022, partendo da un foglio bianco causa cambiamento dei regolamenti.

PILOTI FORTISSIMI — Binotto ha parlato anche dei suoi giovani piloti: “Sono giovani, simili per certi aspetti e, credo, fortissimi. So che non vedono l’ora di scendere in pista e di confrontarsi, ma so che sono consapevoli del fatto che prima di tutto viene la Ferrari e il suo interesse, per questo non ci sono gerarchie. Se saremo così bravi da diventare la forza dominante in Formula 1, allora magari inizieremo a fare certe valutazioni. Ma per il momento non c’è spazio per questi discorsi: prima bisogna recuperare terreno sui nostri avversari”.

CHARLES — E queste le parole del monegasco: “L’aver vissuto una stagione difficile come quella dello scorso anno mi ha reso più paziente e mi ha soprattutto fatto capire quanto i dettagli possano fare la differenza. Ho migliorato la mia capacità di gestire le gomme. Ho lavorato sulla qualità delle indicazioni che riesco a dare ai miei ingegneri, e di questo credo che beneficerò anche nel corso di questa stagione”.

CARLOS — Parla il debuttante spagnolo: “Ormai conto le ore che mi separano dalla prima uscita al volante della SF21. Essere parte del team con più storia e più vittorie della Formula 1 mi riempie di orgoglio ma anche di responsabilità. Ho trascorso già due mesi a Maranello, ho imparato a conoscere la squadra, i volti e i nomi. In questo tempo mi sono reso conto che la Ferrari è grandissima e di come essere un pilota di questa squadra significhi anche essere un ambasciatore dell’Italia nel mondo”.

La lista delle presentazioni 2021:
McLaren MCL35M: 15 febbraio – Link filming day
Alpha Tauri: 19 febbraio (9:00)
Alfa Romeo: 22 febbraio (12:00)
Red Bull Racing: 23 febbraio
Ferrari: 26 febbraio (squadra)
Alpine: 2 marzo
Mercedes: 2 marzo
Aston Martin: 3 marzo (16:00)
Williams: 5 marzo
Ferrari: 10 marzo (monoposto)
Haas: 4 marzo (livrea)

Ti ha gasato questo articolo?

Clicca sulla stella per giudicarlo!

Rating medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Ancora nessun voto! Daaai, vota tu per primo!

Precedente articoloF1: Alfa Romeo Racing ORLEN C41 in azione a Barcellona con Kubica
Prossimo articoloPorsche Taycan Cross Turismo 2021: anteprima 4 marzo | Quando esce
Sono un Divulgatore ignorante. Ignoro quasi tutto. Scrivere di auto è liberatorio per me. L'automobile è Piacere, Passione, Libertà. Mi piacciono Marche di auto ben precise quali Porsche, Audi, Mercedes, Lamborghini. Aborro l'auto che guiderà da sola. Credo nell'Amore e in certe Passioni travolgenti.
Subscribe
Notificami

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments