I sedili sono fatti davvero molto bene. Sono profilati in maniera corretta e contengono bene il corpo con i fianchetti accentuati ma non ti massacrano troppo in caso di lunghi viaggi. E poi si può regolare il sedile come si vuole in lunghezza, in profondità, in altezza e persino in senso obliquo.

È perfino possibile quasi “massaggiare” la zona dorsale della vostra schiena! Provare per credere! Anche il volante può essere regolato in ogni dove e questo farà sì che troverete senza dubbio la posizione di guida più consona alla vostra statura. La stoffa Interlagos a scacchi come sulla GTI in realtà qui occupa molti più cm di spazio.

Proprio davanti alla leva del cambio troneggia il pulsante ESP OFF mediante il quale potete appunto disattivare la suddetta funzione, ma non ve lo consigliamo a meno che non siate piloti esperti e smaliziati.

Una cosa da segnalare riguarda la possibile e involontaria accensione del climatizzatore quando siete in procinto di cambiare marcia: con il dito non è raro attivarlo per sbaglio vista la vicinanza con la leva (a me è capitato).

L’impianto audio di serie è molto buono come ottima è l’illuminazione dell’abitacolo attraverso l’uso di diverse luci, due delle quali poste nella parte posteriore sopra le teste dei passeggeri, attivabili singolarmente.

I posti dietro sono altrettanto comodi. I sedili sono sdoppiabili 1/3, 2/3 e abbattibili in avanti. Nella parte di sedile da 2/3 è stata ricavata una finestrella, abbattibile, dove far passare gli sci: soluzione questa davvero innovativa e apprezzata soprattutto dagli appassionati di questo sport. Il bagagliaio è ampio (350 litri, 1305 l con i sedili abbattuti) e dalla forma molto regolare.

MOTORE — Il motore adottato è il 4 cilindri 2.0 litri TFSI 16 valvole, portato a 230 cavalli anche grazie, ma non solo, ad una mappatura un po” più ‘spinta’ rispetto allo stesso propulsore della Golf GTI. Il turbocompressore è un Borg Warner K03 (le “sorelle” Seat Leon Cupra e Audi S3 mk2 potevano contare su un K04) mentre la pressione è stata portata fino a 1.7 bar. La potenza massima di 230 cavalli si ottiene a 5.500 giri/min mentre la coppia di 300 Nm è disponibile a 2.200 giri/min. Il rapporto peso/potenza espresso in kg/cv ammonta a 5.9. Il peso della vettura dichiarato dal costruttore è di 1357 kg.

PRESTAZIONI — Molto buone e soddisfacenti: la velocità massima è di 245 km/h (243 km/H con il DSG), lo scatto 0-100 km/h viene chiuso in 6.8 secondi (6.6 con il DSG). Se avrete optato per il cambio DSG con i bilancieri al volante, vi ci finirete le mani, questo è sicuro da quanto verrete “presi” dal gingillo infernale. Una piacevole nota va scritta a proposito del sound sia del motore sia dello scarico. Il suono del turbo ti prende, e dopo averci fatto qualche migliaio di km, ecco che la magia si amplifica ancora di più e senti il sibilo accattivante della turbina che ti inebria.

Tornando alla realtà anche lo scarico è stato particolarmente curato dagli ingegneri VW e già lo sapevamo pensando alla GTI. È uno scarico che ti ricorda quello della Mini Cooper S. Uno scarico che borbotta in rilascio e lo apprezzerete soprattutto d’estate con i finestrini aperti mentre fate manovre di parcheggio e volete affondare il piede gaudente sull’acceleratore. Da maniaci, sì, ma va bene lo stesso. Il 2.0 L TFSI è un motore non brutale ma che spinge sia ai bassi sia agli alti, insomma spinge sempre. Da quanto ti gratifica ti spingerebbe a smontarlo e a portarlo la sera in camera e metterlo sopra al comodino.

Lascia un commento