Leclerc ad Abu Dhabi 2019. Foto: Scuderia Ferrari Press Office.

RINNOVO DOVEROSO! — La Ferrari punta forte su Charles Leclerc: oggi il Cavallino ha ufficializzato il rinnovo del contratto con il giovane pilota monegasco che nella prima stagione con la Rossa ha impressionato tutti. Il rinnovo estende così il rapporto fino al 2024. Leclerc, che nella prima stagione con l’Alfa Romeo aveva ottenuto ben 39 punti, con la Ferrari ha conquistato ben 2 vittorie (Spa e Monza), 10 podi, 4 giri veloci e 7 pole position impressionanti. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, Charles percepirà così 9 milioni di euro all’anno, circa il triplo di quanto prenderebbe oggi. A mio avviso, questi soldi sono ben spesi, considerando anche che Charles ha chiuso al quarto posto, davanti al ben più blasonato compagno di scuderia che, a mio avviso ormai ha fatto il suo tempo in F1. E la montagna di soldi che oggi percepisce non è più giustificata.

COMMENTO DI CHARLES — Charles parla del rinnovo: “Sono estremamente contento di rinnovare con la Scuderia Ferrari. La stagione appena conclusa come pilota della squadra più prestigiosa in Formula 1 è stata per me un anno da sogno. Non vedo l’ora di rendere ancora più profondo il rapporto già forte che mi lega al team dopo un 2019 intenso e ricco di emozioni. Guardo al futuro con impazienza, prontissimo a cominciare la prossima stagione.

E QUELLO DI BINOTTO — Il team principal racconta come il rinnovo del giovane monegasco sia apparso sempre più naturale gara dopo gara: “La decisione e il desiderio di prolungare il contratto con Charles ci sono parsi sempre più naturali gara dopo gara, nell’ottica di assicurarci la collaborazione con il nostro pilota per le prossime cinque stagioni. Ciò a riprova dell’impegno della Scuderia e di Charles nel legare saldamente i propri nomi per il prossimo futuro. Charles fa parte della nostra famiglia già dal 2016 e siamo più che orgogliosi dei frutti che stiamo raccogliendo dalla nostra Academy. Ci fa quindi un grande piacere poter annunciare che sarà con noi per molti anni a venire e siamo impazienti di scrivere con lui nuove pagine della storia del Cavallino Rampante.