Vettel sul traguardo ad Hockenheim 2019 / Foto: Ferrari.

HUNGARORING — Prima della tradizionale pausa estiva, la F1 va in Ungheria dove si correrà domenica prossima sul nervoso circuito dell’Hungaroring. Qui la Ferrari ha vinto 7 volte su 33 partecipazioni. L’ultima vittoria del Cavallino è recente: correva l’anno 2017 e Vettel s’impose davanti a Räikkonen.

CARICO AERODINAMICO E GOMME — Il team principal Mattia Binotto ha posto l’attenzione su due elementi chiave della gara ungherese, il carico aerodinamico e le gomme: “Budapest è una pista tradizionalmente critica relativamente al raffreddamento e che richiede una configurazione di massimo carico aerodinamico. Per tipologia di curve inoltre, le gomme sono fortemente sollecitate, anche sul singolo giro di qualifica.

QUALCHE MODIFICA — Infine Binotto spera che la Ferrari confermi quanto di buono è stato visto in Germania con il rimontone di Vettel. Il capo della Scuderia ha inoltre confermato che verranno introdotte alcune modifiche aerodinamiche in Ungheria: “Questa gara è un’importante tappa per avere ulteriore conferma che la nostra vettura sia migliorata su varie tipologie di tracciato. Potremo contare sugli elementi introdotti di recente ai quali si aggiungerà qualche modifica aerodinamica. Ci stiamo ovviamente concentrando sul risolvere i recenti problemi di affidabilità con l’obiettivo di evitare che si ripetano.

Lascia un commento