Leclerc in azione ad Abu Dhabi test. Foto: Ferrari.

La Scuderia ha comunicato i nomi dei piloti che si alterneranno quest’anno al Ferrari simulatore F1 di Maranello: Pascal Wehrlein (24), Brendon Hartley (29), Antonio Fuoco (22), e Davide Rigon (32).

Pascal e Brendon con un passato in F1

Dei 4 piloti sopra citati, solo Wehrlein e Hartley hanno una minima esperienza in F1. Il pilota tedesco, impegnato nella Formula E con il team Mahindra, vi ha corso nel biennio 2016-2017 al volante, rispettivamente, di Manor e Sauber. Il bottino è stato prevedibilmente magro causa scarsa competitività delle suddette scuderie: 40 GP disputati e 6 punti ottenuti complessivamente, di cui 5 con il team svizzero, recentemente ribattezzato Alfa Romeo Racing.

Brandon Hartley è l’ex pilota Toro Rosso con cui ha corso dal GP degli Stati Uniti 2017 fino alla fine della stagione 2018. Bottino per lui di 4 punti in 25 GP disputati, insomma, poca roba.

Abbiamo aggiunto al nostro team quattro piloti dalle indubbie qualità, dotati di una spiccata sensibilità e di una grande conoscenza di macchine e piste.

Antonio Fuoco è una vecchia conoscenza della Ferrari e si unisce al team del simulatore dopo un’ottima stagione nella F2. Infine, due parole su Davide Rigon, autentico conoscitore ed esperto del simulatore con cui lavora dal 2014. Il nativo di Thiene è anche pilota GT e pilota impegnato nel Fia WEC con la Ferrari del team AF Corse.

Commento di Binotto

Il nuovo team principal della Scuderia Ferrari ha commentato così: “Abbiamo aggiunto al nostro team quattro piloti dalle indubbie qualità, dotati di una spiccata sensibilità e di una grande conoscenza di macchine e piste. Queste sono proprio le doti che occorrono nel delicato ruolo di collaudatore al simulatore, uno strumento fondamentale nella Formula 1 moderna”.

Lascia un commento