La Scuderia Ferrari ha presentato ieri a Reggio Emilia, presso il Teatro Romolo Valli, la sua Ferrari F1 2020 di cui adesso conosciamo anche il nome: SF1000.

Traguardo dei 1000 GP

Il nome scelto per la monoposto 2020, SF1000, è un omaggio alla bestiale soglia dei 1000 GP di Formula 1 che sarà oltrepassata quest’anno quando il Circus compirà 70 anni. La serata si è aperta con musiche suonate da un’orchestra locale prima che l’Amministratore Delegato, Louis Camilleri, ringraziasse tutti i presenti, le autorità ma soprattutto gli uomini di Maranello che lavorano su progetti come questo per portare il nome del Cavallino sulle piste di tutto il mondo.

Rivale del duo Mercedes – Red Bull

I tifosi della Rossa sperano vivamente che la SF1000 potrà sfidare in pista la Red Bull e specialmente la Mercedes. In rete, nei giorni scorsi si mormorava, di alcune difficoltà legate all’aerodinamica. Tornando alla presentazione di ieri, il team principal Mattia Binotto ha introdotto lo svelamento e in un secondo momento sono saliti sul palco, al suo fianco, i due piloti titolari, i confermatissimi, Charles Leclerc e Seb Vettel. Entrambi, come il copione impone in queste circostanze, si sono detti impazienti di mettersi al volante della nuova auto. E non manca davvero molto prima che questo avvenga, considerando che la giornata inaugurale del primo test pre-stagionale è in programma sulla pista di Barcellona-Catalunya, il prossimo 19 febbraio. A seguire, potete consultare i dati tecnici e visionare le immagini della presentazione.

Dati tecnici

  • Telaio in materiale composito a nido d’ape in fibra di carbonio con protezione halo per l’abitacolo;
  • Cambio longitudinale Ferrari a 8 marce più retro;
  • Comando semiautomatico sequenziale a controllo elettronico con cambiata veloce;
  • Differenziale autobloccante a controllo idraulico;
  • Freni a disco auto ventilanti in carbonio Brembo (anteriore e posteriore) e sistema di controllo elettronico sui freni posteriori;
  • Sospensioni anteriori a puntone (schema push-rod). Sospensioni posteriori a tirante (schema pull-rod).

Motore

  • Cilindrata: 1600cc;
  • Giri massimi: 15000;
  • Sovralimentazione: Turbo singolo;
  • Portata benzina: 100 kg/hr max;
  • Quantità benzina per gara: 110 kg;
  • Configurazione: V6 90°;
  • Alesaggio: 80 mm;
  • Corsa: 53 mm;
  • Valvole: 4 per cilindro;
  • Iniezione: Diretta, max 500 bar.

Sistema ERS

  • Energia batteria: 4 MJ;
  • Potenza MGU-K: 120 kW;
  • Giri max MGU-K: 50.000;
  • Giri max MGU-H: 125.000.