Max trionfa in Austria, 2019 - Foto: By courtesy of Pirelli - LAT Images.

La Honda sta pianificando un aggiornamento motore extra dopo la prima vittoria conseguita nell’era dei motori V6 turbo ibridi. E così in Austria Max Verstappen su Red Bull ha centrato la prima vittoria del motore Honda.

Modalità da qualifica | Adesso gli ingegneri giapponesi vogliono concentrarsi su come offrire una migliore modalità da qualifica. Naturalmente, anche in gara dovranno essere fatti altri progressi: la Red Bull ha recentemente incalzato i giapponesi in tal senso. Per quanto concerne la tempistica, Toyoharu Tanabe, il direttore tecnico di Honda F1, ha precisato: “Cerchiamo di usare il nostro motore nella maniera più spinta possibile. Non è facile farlo immediatamente ma continueremo a svilupparlo forse con la prossima specifica o aggiornamento. Ma non con la prossima corsa.

Meglio in gara | Il deficit maggiore rispetto al duo Mercedes / Ferrari sembra essere in gara, come confermato dall’ingegnere giapponese: “Sì, vediamo un gap maggiore in qualifica rispetto agli altri. In gara siamo ancora indietro ma non tanto quanto nelle qualifiche. Quindi significa che con il prossimo passo dobbiamo recuperare nella modalità da qualifica ma non è facile.

Continuare lo sviluppo | L’ingegnere di Honda F1, Masashi Yamamoto, ha detto ad Autosport: “Continueremo lo sviluppo, bilanciando le prestazioni e l’affidabilità. Vogliamo un maggiore miglioramento con alcuni aggiornamenti in futuro per supportare la Red Bull. Certamente include anche l’anno prossimo ma quando è pronto [l’aggiornamento] – quando pensiamo che sarà abbastanza affidabile e prestazionale – vogliamo usarlo.”

Lascia un commento