Stroll in azione a Melbourne domenica scorsa. Foto: By courtesy of Pirelli

La Williams ha vissuto nel recente passato un paio di ottime stagioni e mi riferisco al biennio 2014-2015 in cui la scuderia inglese terminò al terzo posto nel Mondiale Costruttori ma oggi la situazione è ben diversa e lo stato di forma della monoposto FW41 risulta essere piuttosto sconfortante.

E sconfortato è anche Lance Stroll che domenica scorsa ha chiuso al 14esimo posto, con 78 secondi di ritardo dalla vetta, dietro persino al debuttante Charles Leclerc.

E non è andata meglio al debuttante Sergey Sirotkin, messo ko da un sacchetto di plastica finito sull’impianto frenante (si dice…). Insomma, per la Williams il momento è tragico.

Non stiamo al correndo al momento, stiamo sopravvivendo. Al primo giro ho avuto un problema con la modalità di gara, per una qualche ragione mi trovavo nella modalità sbagliata. Ho subito ceduto una posizione ad Ocon. E così ci siamo ritrovati in fondo dopo il primo giro,” ha commentato il pilota canadese.

Da lì in poi abbiamo faticato con il ritmo, la macchina non ha collaborato come io volevo, il bilanciamento non era a posto. E abbiamo avuto problemi per l’intera gara con la gestione delle temperature. Quindi sono dovuto arretrare, non riuscivo mai a correre veramente.

Lascia un commento