Foto: Porsche AG.

Le prime Porsche 356 Cabrio furono costruite in Svizzera! Forse non lo sapevate. Ma prima di approfondire è doveroso compiere un piccolo passo indietro. La Porsche 356/1 Roadster prodotta a Gmünd, in Carinzia, fu la prima Porsche a ottenere la relativa omologazione. Era l’8 giugno del 1948 e la prima Roadster montava sotto il cofano il motore boxer a 4 cilindri da 1,1 litri raffreddato ad aria e prodotto dalla Volkswagen.

La potenza del motore salì a 35 CV per la 365 e, grazie al peso contenuto di soli 585 kg, la sportiva poteva raggiungere una velocità massima di 135 km/h. Tutte le 356 disponevano anche di una versione Cabriolet.

E, a questo proposito, entra in gioco la carrozzeria dei fratelli svizzeri Ernst e Fritz Beutler di Thun. Porsche fu uno dei loro primi clienti e inviò un telaio nudo. E così i Beutler costruirono, da gennaio ad agosto del 1949, una piccola serie di Porsche 356 Cabrio composta da 6 esemplari (356/2 – 002, 003, 021, 024, 028 e 030).

L’esemplare 003 è la terza Porsche più vecchia al mondo ed è ancora esistente, in Svizzera. Il prezzo richiesto per la versione Cabriolet della 365 era di ben 16.500 CHF fissato nel 1948.