Premesso che oggi non seguo più la MotoGP con particolare attenzione ed interesse dal momento che trovo più seducenti le quattro piuttosto che le due ruote, mi sono comunque ritrovato (di passaggio) davanti ad uno schermo tv che riproponeva la partenza del Gran Premio d’Argentina della MotoGP.

E ho assistito ad una partenza piuttosto ridicola (o meglio, alle fasi precedenti la partenza) contemplando la griglia deserta nelle prime file a parte un motociclista (un tale Miller) mentre tutti gli altri si trovavano schierati dalla sesta fila in poi. Già questa situazione mi sembra discutibile (e ignoro i motivi della presenza di questa voragine spaventosa).

Questa la scena veramente pecoreccia: tale Marc Márquez è sceso dalla sua moto, il cui motore era spento, e l’ha spinta sulla griglia rimettendola in moto.

Ha fatto successivamente inversione a u, mentre il sosia di Mino Raiola, in camicia blu, gli bisbigliava qualcosa all’orecchio (penso che si trattasse di un uomo della direzione corsa).

Pensavo che l’avrebbero squalificato subito ed invece gli hanno consentito, a quanto ho capito, di correre e combinare altri guai.

La credibilità della MotoGP mi sembra bassina: faccio bene a seguirla a dosi moderate.

Lascia un commento