Ferrari in azione oggi a Spa - Foto: Ferrari

Vediamo come sono andate le 3 sessioni di prove libere del GP Belgio 2019 F1: l’articolo verrà aggiornato con il completamento della terza sessione di libere del sabato mattina.

Prove libere 1

Con il tempo di 1:44.574, Sebastian Vettel è stato il pilota più veloce al mattino, precedendo di circa due decimi il compagno di box, Charles Leclerc. Seconda fila tutta Red Bull, con Max Verstappen ed il fresco esordiente al volante della RB15, Alex Albon. Terza fila per la Mercedes: Lewis Hamilton, sesto, ha avuto un problema all’acceleratore che lo ha costretto al box alcuni minuti. Lance Stroll è stato autore di uno spiacevole episodio sul rettilineo del Kemmel: alcuni pezzi del suo cofano motore sono schizzati in aria.

Prove libere 2

Anche nella seconda sessione, quella pomeridiana del venerdì delle ore 15, le Ferrari sono state le più rapide ma questa volta è stato Leclerc a precedere il compagno di box, Vettel. Il tempo ottenuto dal monegasco (1:44.123) è leggermente più basso di quello ottenuto dal tedesco al mattino ma si sa che i tempi al venerdì valgono praticamente zero. La seconda fila è Mercedes con Bottas, fresco della riconferma per il 2020, e Hamilton mentre Pérez precede Max (vittima di una perdita di potenza motore temporanea), Kimi e tutti gli altri. Il pilota canadese della Racing Point, Stroll, si è lamentato via radio di un odore di bruciato proveniente dal fondo dell’abitacolo.

Prove libere 3

La Ferrari ha continuato a dominare anche la terza e conclusiva sessione: Leclerc ha segnato il miglior tempo di 1:44.206, precedendo di 4 decimi e mezzo Vettel. Terza piazza per Bottas che ha preceduto Ricciardo e Verstappen. Questo per quanto concerne la top 5. Il fatto più rilevante è rappresentato senza dubbio dall’uscita di pista di Lewis Hamilton che ha fracassato leggermente la sua Mercedes contro le barriere presso la curva 12.