Il Tigrotto sale sulla SF90 / Foto: Scuderia Ferrari

Attenzione, attenzione: la Ferrari ha confermato ancora una volta che nelle situazioni di parità fra i suoi due piloti, allora Sebastian Vettel continuerà ad avere la priorità su Charles Leclerc.

All’inizio della stagione, Mattia Binotto aveva precisato che Seb avrebbe avuto la priorità per la sua esperienza ed il record di 4 volte campione del mondo di F1. Ma Leclerc, con i fatti in pista, ha fatto vedere di essere più veloce del tedesco.

Lui ha vinto 4 campionati e per noi lui è il pilota che ha più probabilità di lottare per il titolo.

Ricordiamoci che in Australia, il muretto Ferrari ha tenuto dietro Leclerc che aveva un passo superiore a Vettel mentre in Australia il monegasco aveva letteralmente i razzi e solo il fetido corto circuito gli ha tolto la vittoria.

La posizione di Binotto, ad oggi, non è cambiata e Seb continuerà ad avere la priorità nelle situazioni al 50-50. Il team principal del Cavallino spiega, quotato dal sito ufficiale della F1:

Certamente come squadra dobbiamo dare priorità alla squadra e provare a massimizzare i punti della squadra al termine della gara. Come ho detto all’inizio della stagione, se ci fosse una qualche situazione al 50-50 in cui dobbiamo prendere una decisione, il vantaggio verrebbe dato a Sebastian semplicemente perché Seb ha più esperienza con il team in F1. Lui ha vinto 4 campionati e per noi lui è il pilota che ha più probabilità di lottare per il titolo.

Poi però, Binotto sembra precisare che, qualora la situazione cambiasse nel corso della stagione, questo situazione potrebbe anche cambiare:

Un qualcosa che abbiamo concordato con entrambi i piloti è che, nel tempo di poche gare, le cose potrebbero cambiare per una qualsiasi ragione – sfortuna o qualsiasi altra situazione possibile – possiamo cambiare la nostra posizione, senza dubbio. Ma in pista loro sono liberi di lottare, in pista penso che se c’è un pilota che è sicuramente più veloce, otterrà il vantaggio.

Passo alle conclusioni

Le parole di Binotto sono chiare, mi sembra. In caso di situazioni di parità, Seb potrà contare sul gettone di vantaggio dato dalla suo tasso di esperienza maggiore nella squadra e dal fatto che ha messo in saccoccia i 4 titoli.

Tuttavia, io penso che se la pista continuerà a dimostrare che il Tigrotto monegasco è più veloce, le chiacchiere staranno a zero. La Ferrari non potrà tapparlo. Il Tigrotto va lasciato volare perché ha le palle fumanti.

Lascia un commento