Charles Leclerc a bordo della Alfa Romeo Sauber C37 nel fine-settimana di gara in Russia. Foto: Alfa Romeo Sauber F1 Team.

Charles Leclerc, il sostituto di Kimi Räikkönen alla Ferrari a partire dalla stagione 2019 di Formula 1, ha dimostrato anche ieri in Russia di avere tutte le carte in regola per fare bene vestito di rosso.

L’arrivo del giovane monegasco, con buona pace delle tifose di Kimi, non porterà la bacchetta magica a Maranello con cui risolvere tutti i problemi che impediscono di conquistare il mondiale ma porterà effervescenza, freschezza, vitalità, fame.

Leclerc ha fame di vincere, di salire in vetta mentre Kimi ormai è a fine corsa tanto che io avrei senza dubbio scambiato i sedili dei due piloti fin da subito senza aspettare il 2019.

Pensiamo a quanto ha fatto la Red Bull, promuovendo a stagione iniziata, Max Verstappen che guidava la Toro Rosso: una scelta che ha funzionato, come dimostrato anche ieri quando Mad Max ha effettuato una rimonta notevole (10 posizioni recuperate in soli 3 giri).

Per la cronaca, Charles ieri ha chiuso il Gran Premio di Russia in settima posizione, primo dei piloti delle vetture considerate di seconda fascia.

Lascia un commento