Charles Leclerc - Foto: Ferrari.

Charles Leclerc è stato ingaggiato dalla Ferrari per la prossima stagione di F1 in sostituzione di Kimi Räikkönen, diventando così il secondo pilota più giovane ad esordire con la Ferrari.

E a chi gli chiede se pensa di poter far vedere i sorci verdi a Vettel un po’ come fece Hamilton con Alonso nel lontano 2007, il giovane monegasco ha risposto così, quotato da Autosport:

Questo è un grande punto interrogativo per molte persone, sia che io sia pronto o no. Che sia pronto o no, non posso dirlo ma se vedi Lewis, lui è arrivato il primo anno e c’era [in vetta]. L’esperienza è sempre un vantaggio ovviamente, ma se sei abbastanza bravo su un sedile, sei abbastanza bravo [per un sedile di vertice] dal primo anno che arrivi in F1. E se l’anno prossimo non avessi i risultati abbastanza buoni per restare alla Ferrari, allora sarebbe normale fare un passo in dietro, ma poi non mi meriterei un sedile Ferrari. Così è come vedo le cose.

Concretizzare
“Alla fine devo concretizzare, non vado alla Ferrari per imparare. Ho avuto una stagione molto buona quest’anno dove ho potuto imparare molto e l’anno prossimo dovrò andare forte come si conviene una volta che si va in una grande squadra. Non sto dicendo che non imparerò più nulla – perché ho ancora molto da imparare e posso ancora migliorare molte cose ma sicuramente sarò molto più pronto di quanto non lo fossi all’inizio della stagione.”

Già pensa al titolo (e fa anche bene)
È difficile parlare adesso ma il mio obiettivo è quello di fare il miglior lavoro possibile con la macchina che avremo. Quest’anno, loro hanno una macchina, penso, per vincere il titolo e se il prossimo anno è la stessa cosa, [l’obiettivo] sarà quindi vincere il titolo, che è sicuramente una gran cosa. Dovrò migliorare molto come pilota e sì, [l’obiettivo] sarà quello di ottenere il miglior risultato possibile.

La curiosità di vedere se il giovane monegasco riuscirà a prevalere su Vettel nel 2019 mi stuzzica.

Lascia un commento