2019 GP USA, prove libere, Lewis - Foto: Mercedes AMG Petronas/LAT

Vediamo di fare il punto della situazione su come sono andate le sessioni di prove libere del GP USA 2019 di Formula 1.

Prove libere 1

Con il tempo di 1:34.057, Max Verstappen ha conquistato la vetta della classifica finale della prima sessione, precedendo di quasi 2 decimi Sebastian Vettel ed il compagno di box, Alex Albon. Già dal quarto classificato in poi, Pierre Gasly su Toro Rosso, i distacchi si dilatano molto (+ 0.951 s).

Charles Leclerc ha concluso al settimo posto ma il monegasco ha avuto un problema all’acceleratore dopo essere passato sopra ad un insidioso dosso. Charles è rimasto chiuso nel box per 30 minuti; successivamente, ha potuto effettuare un test con le gomme 2020. Lewis Hamilton, ottavo, ha passato quasi l’intera sessione a provare le gomme della prossima stagione.

Prove libere 2

Lewis Hamilton ha marcato il miglior tempo, 1:33.232, nella sessione pomeridiana del venerdì, precedendo di 3 decimi circa Charles Leclerc e Max Verstappen mentre la top 5 è completata da Vettel e Bottas.

Vi segnalo subito la pecoreccia uscita di pista di Grosjean che ha fracassato la sua Haas contro le barriere tra le curve 5 e 6 del primo settore, provocando una bandiera rossa per circa 20 minuti. Diversi piloti hanno effettuato escursioni fuori pista e penso specialmente a Vettel.

Prove libere 3

Per la seconda volta in questo fine-settimana, Max Verstappen ha ottenuto il miglior tempo nelle libere (1:33.305), precedendo di 0.218s Sebastian Vettel e di circa mezzo secondo, Lando Norris.

Charles Leclerc è incappato in serie problemi al suo motore che ha cominciato a fumare dopo appena 15 minuti dall’inizio della sessione. Il monegasco ha accostato a bordo pista con un solo giro all’attivo in pista e obbligando i suoi meccanici ad un grande lavoro per metterlo in pista per le qualifiche. La top 5 è completata dai piloti Mercedes, distanti dalla vetta circa 6 decimi: sono i favoriti per le qualifiche e per la gara.

Lascia un commento