GP Russia 2020, partenza - Foto: Mercedes AMG F1/LAT Images
0
(0)

Partenza F1 GP Russia 2020: subito dopo il via, prima Carlos Sainz e dopo Lance Stroll si sono schiantati contro le barriere. Bottas ha bruciato Verstappen guadagnando la seconda posizione. Inevitabile l’ingresso della safety car. Il canadese ha avuto un contatto con la SF1000 di Charles Leclerc. Episodio pecoreccio del futuro ferrarista della McLaren: rientrando dalla via di fuga in pista, ha colpito le barriere. Errore di valutazione.

6/63: riparte la gara. Hamilton comanda davanti a Bottas, Verstappen, le due Renault e tutti gli altri. Leclerc è ottavo, Vettel 13esimo. Hamilton si prende 10 secondi di penalità per aver commesso due sciocchezze prima della partenza.

15/53: Pérez (Racing Point) svernicia Ricciardo (Renault), portandosi in quinta posizione. Hamilton marca il nuovo giro veloce mentre Ricciardo effettua pit stop, montando la hard. Vettel (12esimo) non riesce a superare Giovinazzi (11esimo). 17/53: Hamilton sconta la penalità di 10 secondi e cambia le gomme, montando le hard. Rientra in 11esima posizione alle spalle di Vettel, quest’ultimo decimo perché Giovinazzi era rientrato al box. Bottas è leader davanti a Verstappen, Ocon e tutti gli altri. 19/53: Leclerc passa quarto perché Gasly è andato al box per il cambio. Vettel superato da Hamilton che risale in settima.

26/53: Verstappen effettua la sua sosta montando la bianca (hard). L’olandese rientra in quarta, attaccato a Kvyat che ancora si deve fermare. Anche Bottas effettua la sosta ma rientra al comando. 28/53: Seb cede la settima a vantaggio di Ricciardo che deve scontare 5 secondi di penalità per aver tagliato la chicane. Anche Ocon supera il tedesco della Ferrari. 29/53: Leclerc al pit stop: rientra tra le due Renault in settima posizione e con gomme bianche.

31/53: Vettel effettua la sua sosta, monta le bianche e rientra 16esimo. 34/53: Gasly toglie a Kimi la nona posizione. Il podio Bot/Ver/Ham sembra oggettivamente blindato.

45/53: la gara tocca alti picchi di noia. Bottas domina con 11 secondi circa su Verstappen mentre Hamilton deve recuperare circa 10 secondi dall’olandese. Leclerc è sempre sesto, direi inaspettatamente mentre Vettel, come d’abitudine ultimamente, occupa le ultime posizioni (14esimo tra le due Alfa Romeo). 48/53: Gasly supera Norris, prendendosi la nona posizione. Il giovane britannico subito dopo perde anche l’ultima posizione a punti a vantaggio di Albon che però delude ancora una volta.

51/53: Kimi cerca di superare Vettel e prendersi la 13esima posizione. Ancora un’altra gara sottotono per il tedesco. 53/53: Bottas stravince segnando anche il giro più veloce. Per lui 26 punti e scatta per lui un piccolo rilancio nel mondiale. Una fiammella accesa ancora rimane ma per lui servirebbe più di un miracolo da qui alla fine.

Nel mondiale Piloti, Hamilton sempre primo con 205 punti, davanti a Bottas (161), Verstappem (128) e tutti gli altri. Nel Costruttori, Mercedes sempre più in alto con 366 punti. Punteggi interessanti anche per Red Bull (192), McLaren e Racing Point. Ferrari ancora sesta a quota 74 punti.

Ti ha gasato questo articolo?

Clicca sulla stella per giudicarlo!

Rating medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Ancora nessun voto! Daaai, vota tu per primo!

Subscribe
Notificami

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments