Home Motorsport Formula 1 F1 GP Olanda 2022, Gara: Gode Max davanti a Russell e Leclerc

F1 GP Olanda 2022, Gara: Gode Max davanti a Russell e Leclerc

Max vola e si prende la 30esima vittoria in carriera e quarta di fila. Hamilton fuori dal podio per un pasticcio di strategia delle gomme. Russell in P2 mentre Leclerc salva la faccia della Ferrari che sforna un altro pasticcio pecoreccio al box: mancava una gomma per Sainz.

9
0
Il podio del Circuito di Zandvoort - Foto BY COURTESY OF PIRELLI
0
(0)

F1 GP Olanda 2022, Gara — Max Verstappen si conferma il pilota più in forma vincendo anche a casa. C’è da segnalare il ritorno prepotente della Mercedes che probabilmente avrebbe persino puntato a un doppio podio se avesse richiamato Lewis Hamilton per la sosta gomme ulteriore quando sul finale Valtteri Bottas ha innescato la safety car. Per la Ferrari, nonostante il buon terzo posto di Charles Leclerc, si registra ancora la tendenza verso il basso. Una tendenza che comporta un calo prestazionale e di punti. Mattia Binotto, intervistato a fine gara da Sky Sport Italia ha bollato come “un vero pasticcio” quello prodotto durante il cambio gomme di Sainz. La valutazione del team principal della Scuderia Ferrari sullo stato di forma odierno è oggettiva: “Eravamo troppo lenti oggi!”

Cronaca del GP giro dopo giro:

Partenza — Leclerc cerca di bruciare Verstappen che gli chiude la porta. Contatto Sainz – Hamilton. Per il resto niente da segnalare. Norris sorpassa Russell portandosi in P6. Ma dopo due giri, il britannico della Mercedes si riprende la posizione persa.

2/72 – Magnussen sulla ghiaia. Il danese scivola in ultima posizione;

10/72 – Alonso sale in P12 dopo essersi liberato di Gasly. Leclerc è lontano circa 1.6s da Max. Posizioni al momento congelate. Hamilton minaccioso su Sainz (P3): tra loro meno di un secondo di distacco. Due giri dopo, Alonso si libera anche dell’altro pilota AlphaTauri e cioè Tsunoda. Per lo spagnolo la P11;

13/72 – Alonso rientra al box montando la gomma bianca! Davvero pensa di finire la gara con questa mescola ?!?;

15/72 – Sosta da 12,7s per Sainz. Lo spagnolo rientra in P11. Mancava la gomma posteriore sinistra. La chiamata è arrivata all’ultimo momento e chiaramente qualcuno non era ancora pronto. Nel frattempo Pérez è ripartito pestando una pistola della Ferrari;

18/72 – Sosta da 2,5s per Leclerc e da 2,4s per Norris. Il monegasco rientra in P4. Max la effettua al giro successivo in 3,4s. Adesso Max e Charles hanno entrambi la gomma gialla nuova;

20/72 – Sainz sale in P6 dopo aver superato Albon mentre sono stati comminati 5 secondi al cinese Zhou per eccesso di velocità sulla pit lane;

28/72 – Max svernicia al termine del rettilineo Russell prendendosi la P2. L’effetto dato dal DRS sulla Red Bull è semplicemente mostruoso;

30/72 – Hamilton monta la gomma hard (2,6s) e Max si riprende il comando. Hamilton è l’unico tra i primi 5 a montare le bianche hard;

32/72 – Sosta da 2,8s per Russell. Anche lui monta la gomma bianca. Rientra in P5. Hamilton intanto sembra essere davvero molto veloce con la hard. Ma potrà davvero lottare per la vittoria contro Max?!?

35/72 – Hamilton si prende il giro veloce con le sue bianche. Britannico lanciatissimo. In Mercedes cominciano a credere nella vittoria. Ham ha ripreso Pérez provando a superarlo all’esterno della prima curva ma il messicano si è difeso con decisione;

37/72 – Hamilton supera Pérez al termine del rettilineo portandosi in P3. Si ritrova Vettel in uscita dalla corsia del box e questo gli fa perdere tempo prezioso. Poco dopo è Russell a liberarsi di Pérez;

41/72 – Pérez monta la bianca rientrando in P7 proprio davanti ad Alonso. Vettel investigato per aver ostacolato Hamilton, in regime di bandiera blu;

44/72 – Sainz sosta in 3s e monta le hard. Tsunoda si è fermato pensando di avere una gomma non fissata;

46/72 – Sosta per Leclerc in 2,5s. Tsunoda due giri dopo si ferma e questo provoca una safety car virtuale. Doppio pit stop per i piloti Mercedes. Pit stop anche per Verstappen;

50/72 – Riparte la gara con Verstappen che mantiene il comando davanti alle due Mercedes. Hamilton via radio sostiene che la safety car “ci ha fregato”. La Fia investigherà l’episodio di Tsunoda. Episodio particolarmente grave anche perché il pilota giapponese era ripartito senza cinture di sicurezza allacciate (a fine gara, lui stesso ha dichiarato che erano semplicemente allentate);

56/72 – Bottas fermo alla fine del rettilineo. Safety car inevitabile. Tutti si preparano per un ulteriore cambio gomme. Verstappen rientra alle spalle delle Mercedes! Anche Leclerc effettua la sua sosta e rientra in P4. Sainz nella ripartenza ostacola la Alpine e sicuramente si prenderà 5 secondi di penalità. Tutti hanno gomma rossa tranne Hamilon (P1) e Pérez (P5);

61/72 – Riparte la gara. Max senza DRS svernicia Hamilton. Stessa cosa per Sainz che si prende la P5;

64/72 – Russell super Hamilton. Quasi contatto tra i due. Hamilton nervoso perché non capisce il mancato cambio gomme precedente in regìme di safety car, evidentemente;

66/72 – Leclerc si prende la P3 dopo aver superato Hamilton che fatica con le sue gomme medie;

69/72 – Arriva la conferma della penalità di 5 secondi per Sainz. Lo spagnolo si difende con decisione da Pérez minacciato da Alonso. Grande lotta per la P5;

72/72 – Trionfa Max e coglie il successo numero 30 in carriera. Sul podio anche Russell e Leclerc.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulla stella per giudicarlo!

Rating medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Ancora nessun voto! Dai, vota tu per primo! È gratis 😉

Precedente articoloF1 GP Olanda 2022: PL3 e Qualifiche
Prossimo articoloF1 GP Olanda 2022: Zibaldone
Sono un Divulgatore automobilistico e di F1. Scrivere di auto è liberatorio per me. L'automobile è Piacere, Passione, Libertà. Mi piacciono Marche di auto ben precise quali Porsche, Audi, Mercedes-AMG, Mercedes-Benz, Lamborghini. Aborro l'auto che guiderà da sola. Credo nell'Amore che non ha fine e in certe Passioni travolgenti.