Hamilton salta sulla sua W09 e gode. Foto: Daimler AG.

Con il tempo di 1:21.164, Lewis Hamilton ha colpito ed affondato la concorrenza durante le qualifiche del Gran Premio d’Australia 2018 di Formula 1.

Il pilota britannico ha migliorato di circa un secondo la pole position dello scorso anno, sfruttando al meglio l’arsenale di cui dispone. Hamilton ha preceduto i due ferraristi Kimi Räikkönen e Sebastian Vettel, lontani entrambi oltre i 6 decimi. Non è poco.

Il tedesco della Ferrari aveva un po’ illuso quando ha marcato il miglior tempo al termine della seconda eliminatoria (Q2) ma alla fine ha chiuso le qualifiche persino 10 ms dietro il compagno di scuderia.

Ham se la ride. Foto: Daimler AG.

Come il copione prevedeva, le Red Bull hanno chiuso in scia alle Rosse: Verstappen quarto a circa 7 decimi, Ricciardo quinto a quasi un secondo. Mad Max avrebbe probabilmente potuto battere le Ferrari se non avesse commesso quell’errore di guida passando pesantemente e scomposto sopra ad un cordolo.

L’australiano della RBR domani dovrà partire indietro di 3 posizioni a causa della penalità incassata nelle libere due di ieri.

La sorpresa di giornata è rappresentata dall’ottima prestazione sfornata dalle due Haas che chiudo al sesto e settimo posto (che miglioreranno causa retrocessione di Ricciardo), rispettivamente con Magnussen e Grosjean.

Completano la top 10 i vari Nico Hülkenberg, Carlos Sainz e Valtteri Bottas. E proprio il pilota finlandese della Mercedes è stato protagonista di un bel botto nel primo settore durante la Q3: la gara è stata interrotta.

Bottas è salito sul cordolo e la macchina si è scomposta in accelerazione finendo contro le barriere. Incazzatura di Toto Wolff poi mitigata dall’ennesima pole di Hamilton. La stagione di Bottas non è partita bene.

GLI ALTRI
Riguardo agli altri, c’è da dire che la McLaren non è riuscita ad entrare nella top 10 (Alonso è 11esimo) e comunque i distacchi sono grandi. Sembra che abbiano fatto un passo indietro sia la Force India che la Williams. Sauber e Toro Rosso motorizzata Honda non hanno vissuto una giornata esaltante.

Pos. Pilota Team Q1 Q2 Q3
01 Hamilton Mercedes 1:22.824 1:22.051 1:21.164
02 Räikkönen Ferrari 1:23.096 1:22.507 1:21.828
03 Vettel Ferrari 1:23.348 1:21.944 1:21.838
04 Verstappen Red Bull 1:23.483 1:22.416 1:21.879
05 Ricciardo Red Bull 1:23.494 1:22.897 1:22.152
06 Magnussen Haas 1:23.909 1:23.300 1:23.187
07 Grosjean Haas 1:23.671 1:23.468 1:23.339
08 Hülkenberg Renault 1:23.782 1:23.544 1:23.532
09 Sainz Renault 1:23.529 1:23.061 1:23.577
10 Bottas Mercedes 1:23.686 1:22.089
11 Alonso McLaren 1:23.597 1:23.692
12 Vandoorne McLaren 1:24.073 1:23.853
13 Perez Force India 1:24.344 1:24.005
14 Stroll Williams 1:24.464 1:24.230
15 Ocon Force India 1:24.503 1:24.786
16 Hartley Toro Rosso 1:24.532
17 Ericsson Sauber 1:24.556
18 Leclerc Sauber 1:24.636
19 Sirotkin Williams 1:24.922
20 Gasly Toro Rosso 1:25.295

Lascia un commento