Sebastian Vettel, Aston Martin AMR21, davanti a Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02, Bahrain GP 2021 - Foto: Aston Martin F1
3
(1)

Un fine-settimana da incubo vissuto da Sebastian Vettel in Bahrain. Il pilota tedesco debuttava in un GP con la nuova scuderia, l’Aston Martin, ma tutto è stato complicato da una qualifica molto moscia.

Facciamo un passo indietro. Al sabato, durante la Q1, il pilota russo Nikita Mazepin era finito in testacoda alla curva 1. L’ex ferrarista ha ignorato le bandiere gialle e questo ha comportato tre punti di penalità e l’arretramento di 5 posizioni sulla griglia di gara. Avendo chiuso le qualifiche in 18esima posizione, Seb è dovuto partire dal fondo dello schieramento.

E dire che in gara, Seb è partito anche bene visto che alla fine del primo giro si trovava in 14esima posizione ma poi il primo lungo stint durato 24 giri lo ha penalizzato. L’aver tamponato in maniera molto maldestra e pecoreccia il francese Ocon della Alpine, ha caricato il 4 volte campione del mondo tedesco di una penalità di 10 secondi. Purtroppo, Seb ha ricominciato la stagione come aveva finito quella 2020. Speriamo per lui che la prossima gara gli porti bene.

Ti ha gasato questo articolo?

Clicca sulla stella per giudicarlo!

Rating medio 3 / 5. Conteggio voti: 1

Ancora nessun voto! Daaai, vota tu per primo!

Precedente articoloFerrari in Bahrain: miglioramento c’è ma podio lontano
Prossimo articoloGP Bahrain 2021: Verstappen non aveva più gomme per attaccare Ham
Sono un Divulgatore ignorante. Ignoro quasi tutto. Scrivere di auto è liberatorio per me. L'automobile è Piacere, Passione, Libertà. Mi piacciono Marche di auto ben precise quali Porsche, Audi, Mercedes, Lamborghini. Aborro l'auto che guiderà da sola. Credo nell'Amore e nella Passione travolgenti.
Subscribe
Notificami

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments