Il podio cinese di stamani. Foto: Ferrari.

Sebastian Vettel ha purgato tutti stamattina in Cina, ottenendo la 215esima pole position per la Ferrari e la settima conquistata con il Cavallino, ma ha purgato specialmente il compagno di box, Kimi Räikkönen, che forse non si aspettava che il tedesco riuscisse a fare meglio di lui.

Ed invece Vettel, spazzolando il circuito con sapienza nell’ultimo settore del secondo giro utile, ha battuto Kimi, prendendosi la pole per soli 87 millesimi di vantaggio. Distanti oltre il mezzo secondo, le due Mercedes.

Vettel ha elogiato la macchina sottolineando comunque che domani la battaglia con i rivali di sempre sarà ravvicinata:

È un risultato fantastico e sono felice per il team. Oggi la macchina era grandiosa ed è stato fantastico combattere tra noi compagni di squadra per la prima fila. Oggi tirava vento e non era facile avere il giusto feeling alla guida. Ad ogni modo, quando la macchina è veloce e funziona, acquisisci più fiducia e questo aiuta.

Non ci aspettavamo di essere così forti rispetto ai nostri rivali. Oggi abbiamo apportato qualche minimo cambiamento sulla macchina, ma già ieri andava bene. Ho fatto qualche errore durante il mio primo giro nelle curve 3 e 6, dove avevo sovrasterzo. Qui bisogna fare molta attenzione con le gomme, per cui sapevo che se avessi guidato ‘pulito’, l’ultima parte del giro sarebbe andata meglio.

Non sapevo cosa stessero facendo gli altri, ma ero abbastanza sicuro di riuscire a fare la pole perché essendo uno degli ultimi potevo trarre vantaggio dal miglioramento della pista. Domani dovrebbe essere soleggiato, il che renderà l’asfalto più caldo. Vedremo come va, ma credo che saremo molto vicini.

Lascia un commento