Home Grand Prix Bahrain F1 Bahrain GP 2018: Vettel Trifolapalle alza muro, Mercedes non passano, miracolo...

F1 Bahrain GP 2018: Vettel Trifolapalle alza muro, Mercedes non passano, miracolo Gasly

Vettel respinge Bottas nel finale e si prende altri 25 punti. Al tedesco piace ammonticchiare punti pesanti! Mercedes sul podio ma il rosicamento c'è. Sorprendente il quarto posto di Gasly, auspicabile l'antidoping alla monoposto!! Legnata magistrale per la Red Bull che insacchetta due ritiri pesanti. Ferrari godereccia a metà: pastrocchio al box e Kimi riparte prima del previsto con una gomma vecchia. Meccanico travolto.

237
0
Vettel godereccio sul podio a Sakhir. Foto: Ferrari.
0
(0)

Sebastian Vettel ha conquistato con pieno merito e con le palle fumanti il secondo Gran Premio della stagione 2018 di F1 disputatosi oggi pomeriggio in Bahrain: il tedesco ha ottenuto il 49esimo successo in carriera ed il secondo consecutivo che rafforza il dominio del Mondiale Piloti.

Vettel ha ammonticchiato già ben 50 punti tondi tondi: e chi l’avrebbe mai detto durante l’inverno scorso?

Sul podio in Bahrain sono saliti i due piloti Mercedes: Valtteri Bottas in versione rampante negli ultimi giri, ha provato a beffare, senza successo, il tedesco della Ferrari che stava soffrendo molto a causa delle gomme soft praticamente finite!

Lewis Hamilton ha rimontato dalla nona fino alla terza piazza ma di più non poteva fare. Subito all’inizio, il britannico si è concesso un furioso corpo a corpo con Max Verstappen: la peggio è toccata all’olandese che ha intascato una foratura che gli ha rovinato la gara e anche il cerchio.

La giornata disastrosa per la Red Bull in Bahrain è completata dal ritiro di Daniel Ricciardo, messo ko da un probabile problema di natura elettrica.

Ma l’autentica sorpresa di giornata è rappresentata dall’epico quarto posto ottenuto da Pierre Gasly che, al volante di una rinata Toro Rosso motorizzata Honda, ha marcato il miglior risultato della carriera a poche settimane dal debutto assoluto in F1.

Davvero sostanzioso anche il quinto posto del team Haas con Kevin Magnussen che così riscatta il pecoreccio pastrocchio confezionato in Australia.

Completano la top 10 i vari Stoffel Vandoorne, Marcus Ericsson ed Esteban Ocon.

Ultima nota la riservo per Kimi Räikkönen: il finlandese era pienamente in lotta per la seconda piazza ma un pastrocchione al box lo ha costretto al ritiro.

Il finlandese è ripartito quando la posteriore sinistra doveva essere ancora rimossa: nella ripartenza Kimi ha travolto un meccanico.

Passo alle conclusioni: Vettel ammonticchia ancora tanti punti pesanti e si allontana da Hamilton nel Mondiale. Peccato per lo zero rimediato da Kimi. Sottolineo però che il finlandese, in partenza, si è fatto bruciare dal connazionale e questo sorpasso ingollato non lo ha aiutato di sicuro (leggi anche: meglio prendere subito Ricciardo).


F1 2018 – Mondiale Piloti dopo 2 gare:

Pos. Pilota Nazionalità Monoposto Pti.
1 Sebastian Vettel GER FERRARI 50
2 Lewis Hamilton GBR MERCEDES 33
3 Valtteri Bottas FIN MERCEDES 22
4 Fernando Alonso ESP MCLAREN RENAULT 16
5 Kimi Räikkönen FIN FERRARI 15
6 Nico Hulkenberg GER RENAULT 14
7 Daniel Ricciardo AUS RED BULL RACING TAG HEUER 12
8 Pierre Gasly FRA SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 12
9 Kevin Magnussen DEN HAAS FERRARI 10
10 Max Verstappen NED RED BULL RACING TAG HEUER 8
11 Stoffel Vandoorne BEL MCLAREN RENAULT 6
12 Marcus Ericsson SWE SAUBER FERRARI 2
13 Carlos Sainz ESP RENAULT 1
14 Esteban Ocon FRA FORCE INDIA MERCEDES 1
15 Sergio Perez MEX FORCE INDIA MERCEDES 0
16 Charles Leclerc MON SAUBER FERRARI 0
17 Brendon Hartley NZL SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 0
18 Lance Stroll CAN WILLIAMS MERCEDES 0
19 Romain Grosjean FRA HAAS FERRARI 0
20 Sergey Sirotkin RUS WILLIAMS MERCEDES 0

F1 2018 – Mondiale Costruttori:

Pos. Scuderia Pti.
1 FERRARI 65
2 MERCEDES 55
3 MCLAREN RENAULT 22
4 RED BULL RACING TAG HEUER 20
5 RENAULT 15
6 SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 12
7 HAAS FERRARI 10
8 SAUBER FERRARI 2
9 FORCE INDIA MERCEDES 1
10 WILLIAMS MERCEDES 0

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulla stella per giudicarlo!

Rating medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Ancora nessun voto! Dai, vota tu per primo! È gratis 😉

Precedente articoloF1 Bahrain 2018: Vettel deve approfittare del momento no di Ham
Prossimo articoloFord Focus RS 2020: Cavalli ipotizzati
Sono un Divulgatore automobilistico e di F1. Scrivere di auto è liberatorio per me. L'automobile è Piacere, Passione, Libertà. Mi piacciono Marche di auto ben precise quali Porsche, Audi, Mercedes-AMG, Mercedes-Benz, Lamborghini. Aborro l'auto che guiderà da sola. Credo nell'Amore che non ha fine e in certe Passioni travolgenti.