Tanta Ferrari sul podio austriaco. Foto: Ferrari.

Max Verstappen è tornato al successo in F1 dopo il GP vinto in Messico l’anno scorso, conquistando con merito il più alto gradino del podio in Austria, sul circuito di casa della Red Bull Racing.

Mad Max ha evidentemente tratto il massimo beneficio dalla safety car virtuale innescata dopo il ritiro di Valtteri Bottas, primo dolorosissimo campanello d’allarme suonato in casa Mercedes.

Verstappen ha vinto davanti ai suoi tantissimi tifosi invasati provenienti dall’Olanda i quali hanno totalmente occupato una grande tribuna.

Le circostanze hanno portato le due Ferrari sul podio: Kimi Räikkönen ha chiuso in seconda posizione ad un solo secondo e mezzo di distanza dal pilota olandese. Buona prova per il finlandese che ha sfoderato persino un bel sorpasso su Daniel Ricciardo che si è dovuto ritirare a pochi giri dal termine.

Terzo gradino del podio per Sebastian Vettel, autore di una partenza un po’ caotica che gli ha riservato anche un contatto con una Haas. Ma il tedesco ha sfoderato qualche sorpasso cattivo, capitalizzando al massimo quanto aveva tra le mani. Per lui, al termine della gara, 15 punti che gli riconsegnano la vetta del mondiale.

La Mercedes ha vissuto una giornata drammatica dati i ritiri di Bottas, probabilmente per un problema idraulico, e di Lewis Hamilton, la cui gara è stata azzoppata da una non meglio identificata perdita di potenza decisiva.

Ma oggi è stata la giornata della cuccagna per la Haas che, complice la batosta intascata dalla Mercedes e da Ricciardo, ha piazzato entrambe le sue monoposto ai vertici del podio: Romain Grosjean ha chiuso al quarto posto (!), Kevin Magnussen al quinto. Quanti punti preziosi per la scuderia americana (motorizzata Ferrari).

Esteban Ocon, Sergio Pérez, Fernando Alonso, Charles Leclerc e Marcus Ericsson completano la top 10. Leclerc, dato per futuro ferrarista, ha pasticciato oggi, finendo persino sulla ghiaia ma ha comunque recuperato finendo a punti per l’ennesima volta.

CLASSIFICHE MONDIALI — Vettel torna al comando con 146 punti, uno in più del rivale di sempre, Lewis Hamilton. Räikkönen sale a quota 101 e precede i vari Ricciardo (96), Verstappen (93), Bottas (92) e poi tutti gli altri. 

Nel Costruttori, la Ferrari (247) supera la Mercedes (237) mentre la Red Bull rafforza la terza piazza (189). La Haas fa un bel balzo raggiungendo la quinta piazza con 49 punti, dietro alla Renault (62).

Risultati GP Austria 2018:

Pos. No. Pilota Auto Giri Tempo/Ritirato Pti.
1 33 Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 71 1:21:56.024 25
2 7 Kimi Räikkönen FERRARI 71 +1.504 s 18
3 5 Sebastian Vettel FERRARI 71 +3.181 s 15
4 8 Romain Grosjean HAAS FERRARI 70 +1 giro 12
5 20 Kevin Magnussen HAAS FERRARI 70 +1  giro 10
6 31 Esteban Ocon FORCE INDIA MERCEDES 70 +1  giro 8
7 11 Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 70 +1  giro 6
8 14 Fernando Alonso MCLAREN RENAULT 70 +1  giro 4
9 16 Charles Leclerc SAUBER FERRARI 70 +1  giro 2
10 9 Marcus Ericsson SAUBER FERRARI 70 +1  giro 1
11 10 Pierre Gasly SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 70 +1  giro 0
12 55 Carlos Sainz RENAULT 70 +1  giro 0
13 18 Lance Stroll WILLIAMS MERCEDES 69 +2  giri 0
14 35 Sergey Sirotkin WILLIAMS MERCEDES 69 +2 giri 0
15 2 Stoffel Vandoorne MCLAREN RENAULT 65 DNF 0
NC 44 Lewis Hamilton MERCEDES 62 DNF 0
NC 28 Brendon Hartley SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 54 DNF 0
NC 3 Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 53 DNF 0
NC 77 Valtteri Bottas MERCEDES 13 DNF 0
NC 27 Nico Hulkenberg RENAULT 11 DNF 0

Lascia un commento