Ferrari in pista in Bahrain. Foto: Ferrari.

Il Gran Premio del Bahrain si è concluso da poche ore ma le scuderie già stanno impacchettando tutto per trasferirsi prima possibile in Cina dove domenica prossima si correrà il terzo appuntamento della stagione 2018 di Formula 1.

E dopo la godereccia domenica vissuta ieri, in parte rovinata dal pastrocchio commesso al box durante il cambio gomme di Kimi, il Presidente Sergio Marchionne, pur sottolineando il fine-settimana “consistente” vissuto da “protagonisti”, invoca immediatamente concentrazione perché, giustamente, la stagione è appena iniziata.

È stato un weekend consistente che ci ha visto protagonisti sin dalle libere. La gara è stata difficile, Sebastian ha guidato da vero campione e mi spiace per Kimi che sicuramente poteva andare a podio. Questo Gran Premio conferma che la Scuderia ha un’ottima monoposto, una squadra solida e due piloti in gran forma, ma dimostra anche quanto vicini e forti siano i nostri avversari.

a costo di essere ripetitivo, è bene ricordarsi sempre che ci aspetta un cammino lungo e che dobbiamo mantenere alta la concentrazione, continuando a lavorare con impegno e passione come sappiamo fare.

Ed è per questo che, a costo di essere ripetitivo, è bene ricordarsi sempre che ci aspetta un cammino lungo e che dobbiamo mantenere alta la concentrazione, continuando a lavorare con impegno e passione come sappiamo fare. Solo così potremo dare ai nostri tifosi tante altre domeniche ricche di soddisfazioni,” ha concluso Marchionne nel suo comunicato.

Passo alle conclusioni: se putacaso la Ferrari dovesse centrare in Cina (circuito non troppo diverso come conformazione dal Bahrain) il terzo successo di fila, allora la Mercedes dovrebbe cominciare a preoccuparsi un po’ di più.

Lascia un commento