Charles nel box Ferrari / Foto: Scuderia Ferrari

Tigrotto imbelvito al termine del suo ultimo giro buono in Q3 durante le qualifiche del Gran Premio della Cina 2019 di F1.

Le qualifiche hanno visto trionfare Valtteri Bottas che ha preceduto di soli 23 millesimi il compagno di scuderia, l’illustrissimo Lewis Hamilton.

Sono arrabbiato con me stesso. Ho fatto un errore nell’ultimo giro che davvero non dovevo commettere.

La seconda fila è tutta Ferrari con Vettel che ha terminato davanti al compagno Leclerc che non l’ha presa bene come si può capire anche ascoltando la traccia audio che racconta il dialogo tra il monegasco ed il suo ingegnere via radio.

È tutto un florilegio di insulti rivolti a se stesso in considerazione del fatto che – come si sente bene – a suo avviso “la macchina andava bene“.

L’errore di guida commesso in Q3 è costato al monegasco sicuramente il terzo posto dal momento che Seb gli sta davanti per soli 17 millesimi.

Questo il commento ufficiale di Charles:

Sono arrabbiato con me stesso. Ho fatto un errore nell’ultimo giro che davvero non dovevo commettere. Nel complesso, tuttavia, penso che ci siano alcuni aspetti positivi perché in tutte e tre le sessioni di prove ho faticato parecchio con la ricerca dell’assetto migliore e di conseguenza con il feeling in vettura e il comfort alla guida.

Prima delle qualifiche però abbiamo apportato dei cambiamenti che mi hanno permesso di guidare meglio e di ottenere i tempi che ci aspettavamo. Soddisfazione quindi, ma anche delusione per non aver estratto tutto il potenziale dalla vettura oggi.

Per quanto riguarda i nostri rivali, ci aspettavamo che fossero competitivi perché lo sono stati fin dal venerdì. La mia gara sarà un po’ più complicata del previsto, perché, non avendo potuto effettuare dei long run né ieri né nelle ultime prove libere a causa della bandiera rossa, parto un po’ al buio. Sarà dura ma io spingerò al massimo, perché i nostri rivali di sicuro andranno molto forte.

Lascia un commento