Foto di gruppo, F1 GP Australia 2018. Foto: by courtesy of Pirelli.

Il calendario F1 2019 è stato ufficialmente approvato ieri dal World Motor Sport Council della Fia: non sono state apportate modifiche alla bozza da 21 GP che era stata avanzata da Liberty Media nell’agosto scorso.

Modifiche regolamento tecnico
Il Gruppo Strategico e la Commissione F1 hanno altresì approvato alcune regole minori che vanno ad impattare sulla carrozzeria delle monoposto. Esse riguardano una nuova posizione per gli specchietti retrovisori e nuovi alettoni posteriori che migliorino la visibilità posteriore.

Cameracar e bandiera a scacchi
Un’altra modifica riguarderà le cameracar la cui posizione verrà modificata per compensare i problemi causati dalla presenza dell’incoitabile halo che ha esordito quest’anno. Infine, vi segnalo un’altra piccola novità che riguarda la bandiera a scacchi: al termine della gara, verrà attivato un pannello luminoso a scacchi che si affiancherà alla tradizionale bandiera sventolata.

Calendario F1 2019:
 Marzo 17 GP Australia (Melbourne)
 Marzo 31 GP Bahrain (Sakhir)
 Aprile 14 GP Cina (Shanghai)
 Aprile 28 GP Azerbaigian (Baku)
 Maggio 12 GP Spagna (Barcelona)
 Maggio 26 GP Monaco (Monte Carlo)
 Giugno 9 GP Canada (Montreal)
 Giugno 23 GP Francia (Paul Ricard)
 Giugno 30 GP Austria (Red Bull Ring)
 Luglio 14 GP Gran Bretagna (Silverstone)
 Luglio 28 GP Germania (Hockenheim)
 Agosto 4 GP Ungheria (Budapest)
 Settembre 1 GP Belgio (Spa)
 Settembre 8 GP Italia (Monza)
 Settembre 22 GP Singapore (Marina Bay)
 Settembre 29 GP Russia (Sochi)
 Ottobre 13 GP Giappone (Suzuka)
 Ottobre 27 GP Messico (Mexico City)
 Novembre 3 GP USA (Austin)
 Novembre 17 GP Brasile (Interlagos)
 Dicembre 1 GP Abu Dhabi (Yas Marina)

Lascia un commento