Il tuner tedesco ABT ha deciso di personalizzare il suo Audi Q5 ABT montando uno speciale body kit che rende la carrozzeria ancora più dinamica e aggressiva, specialmente al posteriore grazie all’adozione di uno speciale rear skirt.

Il nuovo disegno del paraurti posteriore dell’Audi Q5 ABT adesso esalta i terminali di scarico dell’impianto ABT, ciascuno dei quali misura 84 mm di diametro. I nuovi pannelli sono placcati in nero.

Al tetto può essere montata un’ala posteriore ABT.

ABT Sportsline mette a disposizione una vasta gamma di cerchi in lega, anche verniciati di nero, con misure che arrivano a 21 pollici.

Più potenza

Ma non finisce qui naturalmente: tutti coloro che vogliono più potenza dal proprio SUV Q5, allora potranno valutare il montaggio della unità aggiuntiva ABT Engine Control (AEC) che fa schizzare la potenza del Q5 spinto dal 2.0 litri da 252 CV e 370 Nm di coppia fino a 300 CV (e 420 Nm di coppia).

La potenza del motore diesel 2.0 TDI da 190 CV (e 400 Nm di coppia) sale a 215 CV (e 440 Nm) mentre quella del ben più poderoso 3.0 TDI da 286 CV (coppia: 620 Nm) sale addirittura fino a 330 CV (e 670 Nm).

La centralina aggiuntiva ABT regola continuamente più di 25 diversi parametri, comunicando direttamente con la centralina originale. A richiesta, il motore potrà essere avviato con il pulsante start-stop.

L’impianto di scarico del tuner bavarese garantisce inoltre un sound più corposo e una minore contropressione.

L’abitacolo può essere impreziosito anche con un cappuccio della leva del cambio in vero carbonio.

Lascia un commento