L'Audi R8 è una delle vetture colpite dal superbollo.

SUPERBOLLO RIMANE — Il superbollo auto 2018 c’è ancora e anche quest’anno va pagato: sinceramente dubito fortemente che superbollo e normale bollo auto vengano aboliti. Continuo a vedere specialmente il superbollo come una tassa ridicola che non comporta sostanziosi vantaggi allo Stato, anzi.

CHI LO DEVE PAGARE — Tutti i “possessori di autovetture e autoveicoli per il trasporto promiscuo di persone e cose con potenza superiore a una determinata soglia” devono pagare il superbollo auto 2018, altresì definito dall’Agenzia dell’Entrate come “addizionale erariale sulle tasse automobilistiche.”

LA SOGLIA — La fatidica soglia è stata fissata, a partire dal 2012, a 185 kW (252 CV) di potenza. Ciò significa che il proprietario del veicolo (come da quanto risulta presso il PRA – Pubblico Registro Automobilistico) dovrà sborsare 20 euro per ogni chilowatt di potenza superiore ai 185 kW. Sì, lo so, trattasi di un bel macigno.

L’ASPETTO “POSITIVO” — L’aspetto positivo è che il dovuto calerà con il passare degli anni fino a scomparire. Più precisamente, il superbollo si riduce dopo cinque, dieci e quindici anni dalla data di costruzione del veicolo (che, salvo prova contraria, coincide con la data di immatricolazione), rispettivamente al 60%, al 30% e al 15%. Non è più dovuta decorsi 20 anni dalla data di costruzione. I predetti periodi decorrono dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello di costruzione.

COME FUNZIONA — Per fare un esempio, citando il sito dell’Agenzia delle Entrate, “l’importo dell’addizionale erariale di un veicolo costruito nel 2006 sarà ridotto al 60% per i versamenti dovuti dal 1° gennaio 2012, al 30% per i versamenti dovuti dal 1° gennaio 2017 e al 15% per i versamenti dovuti dal 1° gennaio 2022. I versamenti non risulteranno dovuti dal 1° gennaio 2027.

CALCOLO — Qualora vogliate calcolare l’importo dovuto del superbollo da pagare, l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione una pagina web per il calcolo del superbollo. Potete consultare la pagina cliccando qui ma ricordate che avete bisogno del numero di targa della vettura. Altrimenti, prendete la calcolatrice e moltiplicate per 20 il numero di kW eccedenti la soglia di 185.

Lascia un commento