Ferrari da sogno. Foto: Ferrari.

Il concretizzarsi dell’ecotassa auto e SUV di lusso per l’anno 2019 sembra proprio in dirittura d’arrivo, stando alle ultime novità non proprio entusiasmanti provenienti dalla politica.

Man mano che passa il tempo trovo più interessante disquisire di emorroidi che di politica e pertanto non voglio addentrarmi troppo su questo tema, su chi propone cosa e perché.

Facendo uno sforzo enorme, vi informo che, stando a quanto riportato da Ansa.it, il vertice notturno di ieri sera avrebbe (il condizionale rimane sempre d’obbligo) partorito l’intesa riguardante l’introduzione dell’ecotassa auto e SUV di lusso per il 2019.

Quindi, in concreto, pare proprio che solamente chi acquisterà un SUV diesel o benzina o comunque un’auto molto costosa incapperà nell’ennesimo balzello che colpisce gli automobilisti. Quanto si dovrà pagare, naturalmente ancora non è noto perché il tutto rimane estremamente fluido e deve passare sotto l’esame della Commissione Bilancio del Senato.

Ecobonus fino a 6.000 Euro

Sembra confermata inoltre la presenza dell’ecobonus che potrebbe arrivare fino a 6.000 Euro per le auto elettriche, ibride, non inquinanti. Contestualmente, c’è l’impegno sul tavolo di aumentare le colonnine per la ricarica elettrica.

E il superbollo? Ahah…

A questo punto, mi chiedo che fine farà quel disegno di legge che mirava a cancellare l’odiatissimo superbollo (ne avevo parlato in questo articolo!): mi riferisco all’iniziativa del parlamentare Andrea de Bertoldi il cui esame in aula ancora non è iniziato. Non so come finirà ma non ho buone sensazioni, spero di essere smentito dai fatti.

Temo che alla fine chi vorrà comprarsi una supercar dovrà pagare un’altra specie di superbollo, o tassa, o balzello, fate voi.

Lascia un commento