Nel lontano 1 dicembre 1930, Ferdinand Porsche iniziò l’attività lavorativa a Stoccarda, fondando il suo studio di progettazione ma è solamente il 25 aprile del 1931 che venne registrata la denominazione Dr. Ing. Ing. H.c. F. Porsche GmbH. Tuttavia, il primo veicolo recante il nome Porsche venne registrato solamente l’8 giugno del 1948: si trattava della 356 “No.1” Roadster.

70 ANNI DI PRODUZIONE — La storia del marchio Porsche comincia dunque nel 1948 ed il modello 356 consentì a Ferry Porsche, figlio di Ferdinand, di concretizzare il suo sogno: quello di realizzare una vettura sportiva.

La Porsche 356 viene considerata come la prima vettura prodotta in serie dalla Porsche. Il modello che sostituì la 356 fu l’iconica 911, progettata da Ferdinand Alexander, figlio di Ferry.

La 911 fu presentata al pubblico mondiale per la prima volta nel 1963 e si è confermata nel tempo, aggiornandosi continuamente, come vero e proprio punto di forza e fulcro del Marchio.

MISSION E — La tecnologia, intanto, ha fatto e sta facendo passi da gigante se pensiamo che Porsche sta lavorando sulla sua prima sportiva 100% elettrica, la Mission E: questo modello a 4 posti e 4 porte può contare su di una potenza “verde” di oltre 600 CV e un’autonomia di oltre 500 km.

Lo scatto da 0 a 100 km/h viene chiuso in meno di 3,5 secondi mentre saranno necessari 15 minuti circa per ricaricare dell’80% le batterie.

Porsche ha investito circa 1 miliardo di Euro su questo progetto futuristico, creando oltre 1200 nuovi posti di lavoro presso il quartier generale di Stoccarda-Zuffenhausen.

 

Lascia un commento