Per i collezionisti ed i possessori di auto classiche, il non trovare più pezzi di ricambio originali per i loro bolidi rappresenta un problema drammatico ma Porsche Classic ha escogitato un sistema per venire incontro a questa problematica.

Come? Molto semplice. Producendo i componenti estremamente rari servendosi di una stampante 3D. Si tenga presente che tutte queste nuove componenti soddisfano i requisiti in termini di assoluta fedeltà alle specifiche originali, sia da un punto di vista tecnico che estetico.

Attualmente la gamma dei pezzi di ricambio di Porsche Classic comprende un catalogo di 52.000 pezzi e se un determinato pezzo non è più in magazzino o se la scorta va assottigliandosi, allora esso viene riprodotto utilizzando i macchinari originali.

Ma non sempre è possibile fare ciò anche considerando che sarebbe costoso ed inefficiente costruire nuovi macchinari per produrre piccoli lotti di pezzi di ricambio. Ed è così che Porsche Classic ha cominciato a produrre limitate quantità di pezzi di ricambio servendosi della stampa 3D.

I vantaggi sono evidenti perché bastano i dati del progetto tridimensionali oppure una scansione in 3D del pezzo per dare il via alla produzione. I componenti possono essere prodotti su richiesta e questo permette di eliminare i costi dei macchinari tradizionali e del magazzino.

Lascia un commento