EQS 580 4MATIC
0
(0)

La Mercedes EQS è il modello di punta del marchio tutto elettrico Mercedes-EQ. La grande digitalizzazione dell’abitacolo si traduce nell’MBUX Hyperscreen e in altre soluzioni. Scopriamo nel dettaglio tutte le novità degli interni.

L’MBUX Hyperscreen di serie su EQS 580 4MATIC

L’MBUX Hyperscreen, che è di serie sul modello EQS 580 4MATIC, sostanzialmente trasforma tutta la plancia portastrumenti in un unico schermo widescreen. La sua superficie in vetro a forma di onda si estende tridimensionalmente per l’intera larghezza della vettura. Sì, sembra quasi di essere dentro un’astronave. Una sottile cornice in silver shadow delimita l’MBUX. Le bocchette di ventilazione esterne, collocate alle estremità dell’MBUX, ricordano esteticamente le turbine di un aereo. Nella sezione anteriore la consolle centrale arriva fino alla plancia portastrumenti. Di grande impatto estetico sono i rivestimenti in pelle con cuciture decorative e la copertura in legno autentico. Nel modello base senza MBUX troviamo una consolle centrale leggermente diversa.

L’MBUX Hyperscreen è da considerarsi un po’ come il cervello e il sistema nervoso dell’auto. Quindi si collega con tutti i componenti della vettura, comunicando con loro.

Lo sviluppo delle portiere comincia da dietro l’MBUX Hyperscreen. Un corpo modulare raggruppa tutti gli elementi necessari della porta. Mi riferisco al bracciolo, al modulo della porta, alla maniglia e al vano portaoggetti. Non manca nemmeno l’illuminazione di atmosfera quando scende il buio. La versione Electric Art include i sedili comfort mentre gli interni AMG Line aggiungono i sedili sportivi. Tutti i sedili in pelle presentano motivi grafici dinamici.

MBUX è giunto alla seconda generazione

L’MBUX (Mercedes-Benz User Experience), giunto alla seconda generazione, è il sistema di comando e visualizzazione che mostra in modo proattivo all’utente le funzioni giuste al momento giusto grazie anche all’intelligenza artificiale. EQS è equipaggiata con l’ultima generazione dell’MBUX. La EQS 450+ dispone dello schermo del conducente da 12,3 pollici e dello schermo centrale da 12,8 pollici nel formato verticale.

L’assistente vocale “Hey Mercedes”, migliorato, è ancora più capace di dialogare e di apprendere rispetto al passato. L’assistente vocale può essere comandato anche dal vano posteriore. I sedili dei passeggeri posteriori dispongono di un massimo di tre schermi touchscreen

Per quanto concerne i rivestimenti, la moderna struttura in NEOTEX ricopre la plancia portastrumenti, il bracciolo e i sedili della versione Electric Art. Sono disponibili fino a 8 combinazioni cromatiche diverse. Si tenga presente che un bordino illuminato mette in risalto le forme dei sedili. Tanti sono gli elementi decorativi dall’aspetto in rilievo 3D e persino retroilluminati a taglio laser con pattern Mercedes-Benz. I contenuti funzionali e la struttura dei comandi derivano dalla Classe S, seppur adattati. Lo schermo head-up è disponibile in due grandezze. Sottolineo, infine, la presenza del filtro HEPA (High Efficiency Particulate Air) che depura l’aria proveniente dall’esterno con un livello di filtrazione particolarmente elevate.

Per quanto concerne l’autonomia, il dato ufficiale relativo alla EQS 450+ ammonta a 780 km (WLTP)  mentre quello relativo alla EQS 580 4MATIC è di 676 km (WLTP).

 

 

Ti ha gasato questo articolo?

Clicca sulla stella per giudicarlo!

Rating medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Ancora nessun voto! Daaai, vota tu per primo!

Precedente articoloCadillac XT4 Prezzo: Luxury, Premium Luxury, Sport
Prossimo articoloLotus Emira: Prezzo, Caratteristiche, Cavalli, Dati tecnici
Sono un Divulgatore principalmente automobilistico. Scrivere di auto è liberatorio per me. L'automobile è Piacere, Passione, Libertà. Mi piacciono Marche di auto ben precise quali Porsche, Audi, Mercedes, Lamborghini. Aborro l'auto che guiderà da sola. Credo nell'Amore che non ha fine e in certe Passioni travolgenti.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments