0
(0)

La McLaren Artura arriverà sul mercato nel corso del primo semestre del 2021. Il nome, sinceramente, non mi fa impazzire ma questa è una questione di lana caprina. La sostanza c’è tutta, come sempre.

Ibrida ad alte prestazioni. Questa vettura ibrida ad alte prestazioni (HPH) segna l’inizio di una nuova era per McLaren Automotive. Il costruttore britannico aveva già costruito esemplari ibridi elettrificati e mi riferisco alla McLaren P1 del 2012 e alla Speedtail Hyper-GT. La Artura è da considerarsi come la prima supercar di serie ibrida ad alte prestazioni. Ogni elemento della nuova supercar è completamente nuovo e mi riferisco a: architettura della piattaforma, ogni dettaglio del motore ibrido, carrozzeria, interni e il sistema di interfaccia del conducente.

Nuovo V6 biturbo e peso contenuto. Sotto il cofano si trova il nuovo e compatto V6 biturbo che può sfoderare i vantaggi prestazionali dei motori V8 e una migliore risposta della coppia ai bassi regimi del motore col fine di fornire un’accelerazione scoppiettante, a dir poco. La Artura potrà anche spostarsi, specialmente in città, in modalità esclusivamente elettrica. Anche il dato relativo all’autonomia in questa modalità non è ancora noto. Il sistema ibrido comporta un aumento del peso che però è stato ampiamente abbattuto grazie all’impiego di particolari tecnologie. Inoltre la McLaren Carbon Lightweight Architecture (MCLA), non solo contribuisce alla riduzione del peso, ma offre anche un’eccellente dinamica di guida tipica McLaren.

Ti ha gasato questo articolo?

Clicca sulla stella per giudicarlo!

Rating medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Ancora nessun voto! Daaai, vota tu per primo!

Subscribe
Notificami

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments