0
(0)

La Maserati Bora fu la prima Maserati a montare il motore in posizione posteriore centrale. La Casa del tridente presentò la Bora 50 anni fa al Salone dell’Auto di Ginevra. Era esattamente l’11 marzo 1971. La produzione terminò nel 1978 con 564 esemplari prodotti, oltre allo spettacolare prototipo Boomerang, realizzato da Giugiaro.

Io penso che la bellezza del lavoro di Giorgetto Giugiaro di Italdesign sia ancora moderno ed efficace: la carrozzeria ribassata presentava fari retrattili a scomparsa per agevolare l’aerodinamica. La coupé sportiva ha un muso basso e sottile con calandra caratterizzata da due prese d’aria a forma rettangolare con il Tridente al centro. Un sottile filetto di gomma nero divide le fiancate mentre la coda posteriore è tronca.

Il bagagliaio tecnico comprende: cambio differenziale a sbalzo sull’asse posteriore, sospensioni indipendenti su tutte le ruote (prima volta in una Maserati), freni a disco, frizione monodisco a secco, cambio a 5 marce e ammortizzatori telescopici.

Il motore è un V8 da 4700 cc con 310 cavalli a 6000 giri montato in posizione longitudinale su un sottotelaio applicato alla scocca portante. Due anni dopo entrò in scena anche il motore da 4900 cc. Sul sito Autoscout24 si trovano pochissimi esemplari della Bora in vendita a prezzi alti.

Ti ha gasato questo articolo?

Clicca sulla stella per giudicarlo!

Rating medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Ancora nessun voto! Daaai, vota tu per primo!

Subscribe
Notificami

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments