AUSPICIO — Lewis Hamilton si augura che la sua ex scuderia, la McLaren, possa tornare a lottare per i titoli mondiali nel 2018, aggiungendo di collegare ancora la scuderia con base a Woking con Ron Dennis.

Lewis debuttò in F1 nel 2007 proprio al volante di una McLaren che l’aveva “allevato” fin da giovane. Dennis aveva puntato molto su Lewis ed i risultati gli dettero ragione se consideriamo che Ham ha vinto il suo primo titolo nel 2008 con la scuderia inglese che non ha più vinto una gara dal 2012.

Le ultime 3 stagioni sono state drammatiche per colpa dello stato di forma penoso della power Unit Honda. Dal 2018, la McLaren sarà motorizzata Renault. Nel frattempo, Dennis ha lasciato la scuderia.

Riservo un posto naturale per loro nel mio cuore perché ho raggiunto un sacco di cose con loro. Spero davvero davvero tanto che il prossimo sia un anno di successi per loro e che possiamo lottare con loro [davanti allo schieramento],” ha detto Lewis, quotato dal sito di ESPN.

MCLAREN MERITA — “La McLaren merita di stare davanti e di avere una squadra fantastica con una storia incredibile. È qualcosa di cui sono incredibilmente orgoglioso, quello che ha fatto Ron con la squadra, e non ha importanza chi prende la guida della squadra, per me resta sempre la squadra di Ron.

ALONSO — Infine, Hamilton riserva parole delicate anche per il suo antico rivale, Fernando Alonso, con il quale si scontrò duramente nell’anno del suo esordio in F1. Furono davvero scintille e spettacolo puro in pista e anche al box se vi ricordate bene!

Spero che con questa nuova power unit loro saranno al vertice con noi e spero che avrete un incredibile campione del mondo [quale è Fernando Alonso] in vetta, in lotta con noi per il campionato.

Ho avuto belle battaglie con Fernando all’inizio di questa stagione e alla fine della stagione [in Messico] e mi piacerebbe avere più battaglie con lui ad un livello più alto. Penso che la McLaren abbia vissuto un momento veramente difficile.

Sono cresciuto con la McLaren da quando avevo 13 anni e quando supero una sessione di qualifica do sempre un’occhiata a dove si trovi e dove si trovino loro — seguendo i loro progressi.

Lascia un commento