Home Motorsport Formula 1 GP Ungheria F1 2023, Gara: stravince Max ma con trofeo distrutto da...

GP Ungheria F1 2023, Gara: stravince Max ma con trofeo distrutto da Norris

Max schiacciasassi vince facile. Lewis attapirato si addormenta al via. Norris ha fame di gloria peccato per la pecoreccia distruzione del trofeo di Max sul podio (bisognerebbe togliergli per questo 10 punti). Disastroso Zhou che si autopurga al via. La Ferrari ancora brancola nel buio.

80
0
Foto By Courtesy of Pirelli
0
(0)

Max Verstappen e la Red Bull hanno stravinto il GP Ungheria F1 2023, continuando a smantellare i vecchi del record del passato. Per Max è il settimo trionfo consecutivo e per la Red Bull, il 12esimo. Quest’ultimo record apparteneva alla McLaren, anno 1988, ai tempi di Ayrton Senna e Alain Prost. Max ha vinto senza patemi, precedendo di 33.731s uno scintillante Lando Norris e di 37.603s un pimpante Sergio Perez. Il messicano riscatta le recenti delusioni capitalizzando al massimo una buona rimonta che lo ha riportato dalla P9 alla P3.

Detto del podio, Lewis Hamilton è sicuramente il primo attapirato di giornata. Il britannico, che ieri aveva conquistato con gli artigli la 104esima pole in carriera, ha chiuso a pochi secondi dal podio ma comunque con ampio margine su Oscar Piastri e George Russell. Quest’ultimo è stato autore di una buona rimonta, partendo dalla P18. Charles Leclerc e Carlos Sainz hanno chiuso praticamente in parata in settima e ottava posizione. Anche oggi la Ferrari non aveva il passo giusto per lottare per il podio con McLaren e Mercedes. Bisogna sottolineare però il pasticcio con la pistola durante il cambio gomme di Leclerc (gli è costato almeno 7 secondi in più) e la pecoreccia disattenzione dello stesso monegasco che è entrato sparato ai box (penalità di 5 secondi per eccesso di velocità). Fernando Alonso e Lance Stroll (primo dei doppiati) completano la top 10.

Altri attapirati di giornata sono sicuramente i piloti Alpine (doppio ritiro per Ocon e Gasly come conseguenza dell’incidente iniziale) e Zhou Guanyu. Il pilota cinese dell’Alfa Romeo scattava dalla P5 ma è partito praticamente come un bradipo e successivamente alla prima curva ha tamponato Daniel Ricciardo

Al via abbiamo assistito sicuramente alle emozioni più intense di tutto il GP. I primi 8 piloti partivano con le gomme medie mentre Sainz aveva le soft e questo gli ha permesso di balzare fino alla terza fila in poche centinaia di metri. Max ha bruciato Hamilton che poi è stato “purgato” dai due piloti Mercedes. Come ho già scritto poco sopra, Zhou Guanyu è arrivato lungo alla prima curva colpendo Ricciardo il quale ha innescato una carambola che ha coinvolto i due piloti Alpine. 

In ottica mondiale Costruttori, sarà un po’ interessante capire se Mercedes riuscirà a mantenere la P2. La P3 sembra contendibile perché Aston Martin (184) sta vivendo un periodo di appannamento più grande di quello della Ferrari (167). La McLaren, attualmente ha 87 punti e bisognerà vedere se manterrà l’ottimo slancio nella seconda parte della stagione.

Ti è piaciuto questo articolo?

Giudicalo per primo!

Rating medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Vota tu per primo!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here