Hamilton inaspettatamente vincitore a Baku. Foto: Mercedes AMG Petronas F1 Team.
0
(0)

HAMILTON VINCE IMMERITATAMENTE — Lewis Hamilton, che sembrava destinato oggi pomeriggio al massimo ad un terzo posto, ha vinto immeritatamente il Gran Premio dell’Azerbaigian di F1: per lui trattasi del 63esimo successo in carriera ed il primo del 2018. Come ho già sottolineato, a quattro giri dal termine, alla ripartenza, il britannico occupava la terza piazza quando Sebastian Vettel ha tentato di sorpassare Valtteri Bottas prima della curva 1 ma il tedesco non è riuscito nell’intento ed anzi ha perso due posizioni.

RED BULL PRIMA  — La gara sembrava ormai incanalata verso un probabile successo di Vettel quando Daniel Ricciardo ha tamponato il compagno di box, Verstappen, al 40esimo giro: inevitabile il ritiro per entrambi sotto gli occhi di uno sconfortato e forse anche imbelvito Adrian Newey. In quel momento Vettel aveva diversi secondi di vantaggio su Bottas ma l’ingresso della SC ha rimescolato le carte.

GROSJEAN DOPO — Ma in regime di Safety car si è verificato un altro episodio estremamente pecoreccio: Romain Grosjean (uno a caso…) è riuscito a finire contro le barriere perdendo il controllo della sua Haas. Il franco-svizzero era sesto fino a quel momento…

TANTI CONTATTI ANCHE AL VIA — Come copione, il circuito di Baku avrebbe regalato un mucchio di contatti tra le monoposto e così è stato: Sirotkin, stretto tra Fernando Alonso e Nico Hülkenberg, ha colpito la McLaren provocando la foratura di una gomma prima di doversi ritirare. Stessa sorte è capitata ad Esteban Ocon dopo il contatto avuto con Kimi Räikkönen. Segnalo anche il grande duello tra le due Red Bull che prima si sono toccate con gentilezza e poi alla fine sfondate reciprocamente.

BOTTAS AFFONDATO, VETTEL TROPPO TRUCIDO — Sebastian Vettel ha osato ma ha sbagliato nel valutare il sorpasso. Oggettivamente è stato troppo trucido. Peccato, soprattutto se pensiamo che Bottas dopo poco avrebbe forato la gomma passando sopra ad un detrito. Ma con i se ed i ma non si fa la F1.

EROICO LECLERC — Il debuttante Leclerc su Sauber Alfa Romeo ha chiuso al sesto posto, ottenendo il miglior risultato in carriera in F1 e diversi punticini preziosi per la scuderia svizzera. Mi sembra che la collaborazione con Alfa Romeo stia già dando i suoi frutti.


F1 2018 – Mondiale Piloti:

Pos. Pilota Nazionalità Monoposto Pti.
1 Lewis Hamilton GBR MERCEDES 70
2 Sebastian Vettel GER FERRARI 66
3 Kimi Räikkönen FIN FERRARI 48
4 Valtteri Bottas FIN MERCEDES 40
5 Daniel Ricciardo AUS RED BULL RACING TAG HEUER 37
6 Fernando Alonso ESP MCLAREN RENAULT 28
7 Nico Hulkenberg GER RENAULT 22
8 Max Verstappen NED RED BULL RACING TAG HEUER 18
9 Sergio Perez MEX FORCE INDIA MERCEDES 15
10 Carlos Sainz ESP RENAULT 13
11 Pierre Gasly FRA SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 12
12 Kevin Magnussen DEN HAAS FERRARI 11
13 Charles Leclerc MON SAUBER FERRARI 8
14 Stoffel Vandoorne BEL MCLAREN RENAULT 8
15 Lance Stroll CAN WILLIAMS MERCEDES 4
16 Marcus Ericsson SWE SAUBER FERRARI 2
17 Esteban Ocon FRA FORCE INDIA MERCEDES 1
18 Brendon Hartley NZL SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 1
19 Romain Grosjean FRA HAAS FERRARI 0
20 Sergey Sirotkin RUS WILLIAMS MERCEDES 0

F1 2018 – Mondiale Costruttori:

Pos. Scuderia Pti.
1 FERRARI 114
2 MERCEDES 110
3 RED BULL RACING TAG HEUER 55
4 MCLAREN RENAULT 36
5 RENAULT 35
6 FORCE INDIA MERCEDES 16
7 SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 13
8 HAAS FERRARI 11
9 SAUBER FERRARI 10
10 WILLIAMS MERCEDES 4

Ti ha gasato questo articolo?

Clicca sulla stella per giudicarlo!

Rating medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Ancora nessun voto! Daaai, vota tu per primo!

Subscribe
Notificami

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments