Ferrari in azione al Mugello, venerdì 11 settembre - Foto: Scuderia Ferrari Press Office

Vediamo un po’ come sono andate le prove libere del venerdì del Gran Premio della Toscana Ferrari 1000 di F1. Confortante ma ovviamente illusorio il piazzamento finale di Charles Leclerc della prima sessione!

Prove libere 1 – Nella prima sessione, sia Charles che Sebastian Vettel hanno percorso 27 giri ciascuno. Charles ha girato per i primi 40 minuti con gomme Medium mentre il tedesco montava gomme Hard. Nella seconda parte si è lavorato con gomme Soft in vista della qualifica. Leclerc ha ottenuto il terzo miglior tempo (1:18.186) a circa 3 decimi dal leader, Valtteri Bottas su Mercedes. Un tempo, palesemente illusorio. Seb ha ottenuto il 13esimo tempo.

Prove libere 2 – La sessione pomeridiana è stata interrotta due volte con bandiera rossa in seguito all’incidente di Lando Norris (McLaren) e al contatto in curva 1 tra la Racing Point di Sergio Perez e l’Alfa Romeo di Kimi Räikkönen. Queste interruzioni hanno rovinato il lavoro delle scuderie. Questa volta Seb montava le Medium e Charles, le Hard. Nell’ultima parte, entrambi hanno testato la SF1000 in configurazione da gara con diverse mescole e quantità di benzina. Ultima nota: nell’ultimo giro, un problema elettrico (già risolto secondo quanto comunicato dalla Ferrari) ha appiedato Seb. Bottas, il più veloce con il tempo di 1:16.989. Leclerc ha chiuso in decima posizione a 1.4s, Seb in 12esima.

Commento ufficiale di Charles – “Guidare una F1 su questo circuito è incredibile. In tutte le sezioni veloci è parecchio impressionante. Penso che la gara sarà piuttosto dura fisicamente, perché già nei long run che abbiamo fatto nella seconda sessione di oggi il collo iniziava a farsi sentire! Il tutto sarà anche complicato dal fatto che le vie di fuga qui sono di ghiaia, ma dopo tutto è proprio quello che ci piace. La prima sessione è andata bene ma forse è più realistico dove ci siamo piazzati nella seconda, quando con la gomma dura abbiamo faticato un po’. C’è anche da lavorare sul bilanciamento, visto che non ci siamo ancora. I tempi sono molto vicini tra loro ma penso che domani possiamo fare un buon passo in avanti. Sono ottimista”.

Subscribe
Notificami

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments