Max Vesrtappen in Cina. Foto: By courtesy of Pirelli.

Il Gran Premio della Cina 2018 è stato molto amaro per Sebastian Vettel che al giro numero 44 è finito in testacoda al tornantino dopo essere stato speronato dal rampante (ma forse sarebbe meglio qualificarlo come invasato) Max Verstappen.

Molti conoscenti hanno subito scomodato l’altro giovane irruento invasato della MotoGP, Marc Márquez: basta chiedere a Valentino Rossi. Le similitudini tra i due si sprecano.

Detto questo, per carità, gli incidenti di gara possono capitare ma è un vero peccato che Vettel debba rinunciare a tanti punticini preziosi per colpa di una manovra scellerata.

Penso che Vettel sarebbe potuto arrivare benissimo almeno terzo e quindi il tedesco potenzialmente ha perso un qualcosa come 11 punti.

Su Verstappen c’è poco da aggiungere: dà spettacolo, non alza mai il piede. Ma a volte guida come se avesse la marmellata di fichi dentro al cranio.

Una parente anzianotta stamattina mi ha chiesto: “Ma perché lo fanno ancora correre?“, ma io non le ho saputo rispondere.

Lascia un commento