Vettel oggi terzo e domani sesto. Foto: Ferrari.

Si mette male per Seb Vettel: il pilota tedesco della Ferrari si è qualificato terzo nelle qualifiche del Gran Premio d’Austria 2018 di F1 ma sarà retrocesso di 3 posizioni sulla griglia di domani.

Perché? Perché il tedesco ha ostacolato il pilota spagnolo della Renault all’uscita della curva 1, Carlos Sainz, nella Q2. Sainz è stato obbligato a salire pesantemente sul cordolo tutto a sinistra per evitare la Ferrari e via radio si era lamentato con il suo muretto:

Ho dovuto prendere il cordolo per evitarlo, quasi c’è scappato un incidente.” Lo stesso Sainz però, rispondendo alla tv spagnola, ha minimizzato l’accaduto spiegando: “Alla fine non ha cambiato molto la mia qualifica. Sono rimasto danneggiato all’ala anteriore, e questo costa del denaro e prende del tempo per ripararla e non si sa se l’ala tornerà a funzionare bene come prima.

Ma non mi ha danneggiato molto. Penso che semplicemente lui non mi abbia visto. Non l’ha fatto apposta. Non è stato avvertito alla radio.

Vettel ha chiesto scusa a Sainz, confermando né di averlo visto né che era stato avvisato via radio.

La colpa dunque va data anche al muretto Ferrari che doveva assolutamente stare più attento. Vettel si sta giocando il mondiale e domani sarà costretto all’ennesima rimonta di stagione. Evitabilissima.

Lascia un commento