Scintille in pista ieri a Singapore - Foto: Ferrari.

Maurizio Arrivabene rende onore alla Mercedes dopo l’ennesima purga sfornata da Lewis Hamilton, ieri a Singapore: una purga dolorosa che ha distanziato ancora di più Sebastian Vettel dal comando della classifica del mondiale piloti, considerando che i punti di distacco adesso sono 40.

Oggi chi ha vinto lo ha fatto con merito. Dopo il sorpasso di Sebastian su Verstappen abbiamo provato una strategia aggressiva, tentando l’undercut con le gomme Ultrasoft.

Inoltre, Arrivabene ha sottolineato come la strategia aggressiva non abbia affatto pagato ai fini della vittoria:

Oggi chi ha vinto lo ha fatto con merito. Dopo il sorpasso di Sebastian su Verstappen abbiamo provato una strategia aggressiva, tentando l’undercut con le gomme Ultrasoft. Purtroppo, nel giro chiave ci siamo trovati dietro un’altra vettura che non ci ha permesso di essere abbastanza veloci. Nonostante il risultato di oggi, nulla è perduto. Con calma e determinazione affronteremo le sei gare che restano, per lottare fino alla fine.

Vediamo nel dettaglio questa strategia aggressiva: il Cavallino ha deciso di richiamare al box Vettel per il cambio gomme al giro numero 14. Il tedesco era partito con le hypersoft usate esattamente come tutti gli altri 5 piloti di punta. Poi, è ripartito con le gomme ultrasoft (nuove) a differenza di Hamilton, Verstappen, Bottas e Kimi che hanno montato le gomme gialle soft, rispettivamente, 1, 3, 2 e 8 giri dopo il tedesco. Ricciardo ha optato anch’egli per le hypersoft ma le aveva montate 13 giri dopo Seb.

Lascia un commento