Ferrari in azione in Spagna. Si notino gli specchi poi bannati dalla Fia. Foto: Ferrari.

Dopo la tranvata rimediata in Spagna, senza scuse da accampare, la Scuderia Ferrari deve provare a riscattarsi nel Gran Premio di Monaco di domenica prossima. Ross Brawn, ex team principal del Cavallino nell’epoca dorata dei trionfi di Schumi, pensa che la Ferrari potrà risorgere sulle strade di Monte Carlo.

Per la prima volta in questa stagione, la Mercedes è stata la forza dominante dall’inizio alla fine durante il fine-settimana. Barcellona è stata la loro seconda vittoria dell’anno ma è stata una prestazione più autorevole di quella di Baku,” sostiene Brawn.

Hamilton e Bottas hanno mostrato un lampo di ciò che avevamo visto in qualifica a Melbourne, vale a dire il loro pieno potenziale. Hamilton in particolare, ha avuto un fine-settimana in cui era intoccabile, specialmente in gara. È una svolta dopo che la Ferrari sembrava la scuderia più veloce durante le prime 4 gare?

Non è così chiaro perché mi aspetto che la Ferrari torni a lottare a Monaco come anche la Red Bull che era competitiva in Spagna, ma non abbastanza per lottare per pole e vittoria.

Brawn ha aggiunto: “Per la prima volta quest’anno, la Ferrari ha mostrato un calo di forma. In tutte e 4 le precedenti gare, la scuderia italiana era sempre in lotta per la pole, conquistandone 3 su 4, e per la vittoria il che suggeriva che la SF71H fosse la miglior macchina. Nel prossimo appuntamento del Gran Premio di Monaco mi aspetto di vedere di nuovo la Ferrari con un buon passo, capace di vincere.

Lascia un commento