20 anni dal primo modello. Audi festeggia la quarta generazione della Audi A6 Allroad, una variante della Avant, particolarmente a suo agio (anche) in fuoristrada.

Assetto rialzabile. Per essere utilizzata degnamente in fuoristrada, la nuova Audi A6 Allroad fa affidamento sulle sospensioni pneumatiche di serie che ovviamente variano l’assetto a seconda dell’utilizzo. Nelle modalità Auto Comfort, l’assetto si attesta sui 13,9 cm da terra mentre in autostrada, a oltre 120 km/h, il setup viene ribassato di 15 mm. Nella modalità Allroad, l’assetto cresce di 30 mm (fino a 80 km/h) e in offroad/lift di 45 mm (fino a 35 km/h).

Esterni. La caratterizzazione esterna presenta uno stile ancora più cattivo a cominciare dalla tradizionale griglia single frame, molto ampia e con lamelle verticali in alluminio. Sul tetto sono confermati i mancorrenti. Il pacchetto degli esterni comprende anche le modanature alle cornici dei finestrini, le protezioni sottoscocca, gli inserti in corrispondenza dell’estrattore e la fascia posteriore: tutti questi elementi sono in nero o in look alluminio. La personalizzazione è possibile, selezionando uno dei tanti pacchetti (ad esempio, quelli Exterior alluminio o Look nero). Undici sono i colori per la carrozzeria. I cerchi in lega sono da 18 pollici ma si può arrivare fino ai 21″.

Interni. Di serie i sedili sono rivestiti di tessuto nero misto a pelle. È possibile naturalmente variare sia le tonalità degli interni che degli stessi sedili che possono anche essere rivestiti della pregiata pelle Valcona traforata. L’abitacolo è marcatamente digitalizzato accogliendo, disponendo di due schermi touch da 10,1 e 8,6 pollici. Il comando vocale è di serie mentre a richiesta è disponibile l’ormai ben nota strumentazione interamente digitale Audi Virtual Cockpit.

Motore e tecnica. I motori sono tutti TDI a 6 cilindri a V da 3,0 litri con potenze di 231 CV e 500 Nm di coppia, 286 CV e 620 Nm ed infine di 349 CV e 700 Nm (top di gamma). Di serie, questi motori sono associati al cambio tiptronic a 8 rapporti e alla trazione integrale permanente quattro integrata dalla gestione selettiva della coppia sulle singole ruote. A richiesta, è disponibile il differenziale sportivo sull’asse posteriore.

MHEV. Grazie alla tecnologia mild-hybrid a 48 Volt è possibile ridurre anche i consumi fino ad un massimo di 0,4 litri ogni 100 km. Questa tecnologia si basa sull’alternatore-starter azionato a cinghia (RSG) collegato all’albero motore e sulla batteria agli ioni di litio da 10 Ah posizionata sotto il pianale del bagagliaio. Nella fase di decelerazione, si possono recuperare fino a 8 kW di potenza che vengono prima immagazzinati nella batteria per poi essere trasferiti ai dispositivi integrati nella rete di bordo. Il sistema start-stop è attivo sin da 22 km/h mentre è possibile veleggiare con motore spento per un massimo di 40 secondi.

Altro. Tra gli optional segnalo la disponibilità dello sterzo integrale dinamico che porta in dote con sé la sterzatura posteriore a tutto vantaggio di maneggevolezza, agilità e stabilità. Infine, la vettura accoglie tutti i più recenti sistemi di assistenza alla guida.

Dimensioni. Lunghezza 4,95 m; larghezza 1,90 m; altezza 1,50 m; passo 2,93 m; capacità bagagliaio 565 – 1.680 litri.

Lascia un commento