Cayenne S Diesel Platinum Edition, 2017, Porsche AG

La decisione ormai è stata presa: i modelli Porsche diesel non avranno più spazio nella gamma del Costruttore di Stoccarda. Insomma, lo stop e l’addio sono definitivi, non sembra davvero esserci uno spazio per ripensamenti.

Porsche sta intensificando il lavoro nello sviluppo della tecnologia ibrida e della mobilità elettrica tanto che entro il 2022 saranno investiti oltre 6 miliardi di euro in questi settori. È fuori discussione che l’interesse verso i modelli ibridi cresca continuamente.

Tornando al Costruttore tedesco, si pensi che già adesso il 63% di tutte le versioni della Panamera vendute in Europa sono ibride e che la fetta rappresentata dal diesel nel 2017 ammontava solamente al 12% di tutta la torta.

Nessuna demonizzazione del diesel

Malgrado il fatto che il listino non vedrà più modelli Porsche diesel, la Casa tedesca ha sottolineato come non ci sia affatto l’intenzione di demonizzare questa tecnologia che “è e rimane un importante tipo di tecnologia di guida.” È pacifico che Porsche continuerà a dare assistenza ai clienti che posseggono un veicolo diesel.

Ma il dado ormai è tratto e nel 2019 debutterà la prima sportiva completamente elettrica, la Taycan mentre si prevede che già nel 2025, la metà di tutti i veicoli Porsche saranno elettrificati, sia ibridi che 100% elettrici.

Contestualmente, Porsche continuerà ad ottimizzare i motori a combustione a benzina che reciteranno ancora un ruolo da protagonisti nella vendita di quei modelli sportivi e particolarmente cattivi, per puristi.

Lascia un commento