È stata presentata finalmente l’ottava generazione (992) dell’attesissima Porsche 911, l’iconica sportiva resa ora ancora più potente e sicuramente emozionante.

La 911 Carrera S è disponibile a partire da 123.999 euro in Italia e la 911 Carrera 4S a partire da 132.051 euro, inclusa IVA e dotazioni specifiche. I nuovi modelli sono già ordinabili.

MOTORE
I modelli S accoglieranno la prossima generazione di motori turbo flat-six ottimizzati e resi più efficienti grazie all’adozione di un processo di iniezione migliorato, alla nuova disposizione dei turbocompressori e al sistema di raffreddamento dell’aria di sovralimentazione: il cambio è a doppia frizione con 8 rapporti.

L’aumento di potenza di 22 kW (30 CV) porta il propulsore a raggiungere 331 kW (450 CV) a 6.500 giri: così il motore della 911 Carrera S aggiunge altri 30 Nm di coppia, per un totale di 530 Nm, disponibile a un’ampia gamma di regimi, da 2.300 a 5.000 giri.

Le velocità massime sono di 308 km/h (911 Carrera S*) e 306 km/h per la Carrera 4S a trazione integrale. Altre novità sono rappresentate dalla modalità Porsche Wet, dal Night Vision Assist con termocamera e da vari servizi digitali esclusivi.

I due modelli 911 restano al di sotto della soglia dei 4 secondi nell’accelerazione da 0 a 100 km/h: la coupé a trazione posteriore si ferma a 3,7 secondi e la 911 Carrera 4S a trazione integrale addirittura a 3,6 secondi.

CARROZZERIA
Il design è quello inconfondibilmente Porsche ma affinato e più muscoloso: la nuova 911 è più larga, più sicura e più avanzata: passaruota allargati ospitano grandi ruote da 20 pollici (anteriore) e 21″ (posteriore).

Entrambe le carreggiate sono state allargate mentre il cofano è molto allungato e nuovi sono i fari anteriori a LED. Anche gli specchietti retrovisori sono stati ridisegnati ma la vera chicca è rappresentata dalle maniglie elettriche a scomparsa sono integrate a filo nelle portiere.

Il posteriore di tutti i modelli accoglie uno spoiler a regolazione variabile, allargato e con barra luminosa continua. Nella presa d’aria è stata integrata anche la terza luce di frenata che però scompare quando lo spoiler raggiunge la massima estensione: e così è stata integrata anche una seconda luce di frenata. Infine, segnalo che l’intera carrozzeria è realizzata in alluminio.

INTERNI
L’abitacolo è stato disegnato con linee nette e tese come quelle del nuovo cruscotto che compre l’intera lunghezza tra le due ali orizzontali. Accanto al contagiri centrale sono presenti due sottili schermi che forniscono le informazioni al guidatore. Lo schermo centrale del Porsche Communication Management (PCM) ora misura 10,9 pollici.

I nuovi sedili sono stati alleggeriti di 3 kg e adesso sono posizionati 5 mm più in basso: inoltre, il cuscino della seduta è ancora più sottile. Nel complesso, il comfort generale è stato migliorato.

Lascia un commento