La Porsche 911 991 è la 911 di maggior successo considerando le 233.540 unità prodotte. L’ultimo esemplare uscito dalle linee di produzione è una Porsche Speedster.

La rivoluzionaria Porsche 911 991, introdotta nel 2011, segnò un robusto salto evolutivo nella storia della 911. Basti pensare che circa il 90 per cento dei componenti era riprogettato o sottoposto a sostanziale sviluppo. La carrozzeria, realizzata con un leggero materiale in alluminio e acciaio, pesava per la prima volta meno del modello precedente. Il telaio poteva vantare un passo maggiorato di 10 cm.

Nella primavera del 2012 debuttò la cabriolet che portava con sé una novità interessante: un elemento integrato in magnesio leggero con effetto tensore permetteva al tetto di assumere, quando chiuso, una curvatura tipicamente da coupé.

Le innovazioni sono continuate sia con la nuova 911 Targa che con la 911 Turbo sulla quale comparvero i primi elementi aerodinamici attivi e i primi motori turbo con filtro anti-particolato. La generazione 991 ha costituito la base per lo sviluppo di modelli speciali e sportive estreme. Vi segnalo a tal proposito, l’edizione limitata a soli 1.963 esemplari del 2013, la 911 R da 500 CV (2016), le 911 T, 911 GT3 e 911 GT2 RS (2017) senza dimenticare la 911 GT3 RS.

E l’ultima versione della generazione 991 è stata la 911 Speedster, la due posti spinta dal motore 4.0 litri ad aspirazione naturale erogante 510 CV e associato alla trasmissione manuale a 6 rapporti. Altre caratteristiche sono: struttura leggera, efficienza ed un telaio altamente prestazionale.

Subscribe
Notificami

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments