L’ottava generazione della Porsche 911 992, l’iconica sportiva di Stoccarda, arriverà sul mercato europeo all’inizio del 2019: nell’attesa, proseguono i vari test di sviluppo e collaudi in condizioni climatiche molto diverse. Tutto con l’obiettivo di trovare l’affidabilità necessaria.

I test della Porsche 911 992 si concentrano sulle tradizionali aree di competenza Porsche e mi riferisco al telaio e al motore che sono stati migliorati per assecondare le maggiori prestazioni anche nell’uso quotidiano. Gli stress test riguardano naturalmente anche l’abitacolo e quindi sia la strumentazione che il display.

I prototipi sono stati spremuti bene nei climi caldi dei Paesi del Golfo del Medio Oriente o nella Death Valley degli USA ma hanno dovuto anche affrontare temperature molto rigide come i -35 °C finlandesi. Queste aspre condizioni climatiche servono per testare varie aree della vettura quali l’avviamento a freddo, il riscaldamento, il condizionamento dell’aria, la trazione, la maneggevolezza ed il comportamento in frenata.

Inoltre, oltre che sulla leggendaria pista del Nürburgring, i veicoli vengono anche testati sulla pista ad alta velocità italiana di Nardò, molto utile anche per valutare maneggevolezza e raffreddamento. Porsche comunica che le auto sono state guidate per un totale di circa 3 milioni di chilometri.

Lascia un commento