Audi presenta finalmente il top di gamma della famiglia Q e mi riferisco alla Audi SQ8 TDI V8, potente SUV coupé spinto da un motore diesel. Conosciamolo meglio insieme.

Il diesel più potente

Questo V8 è attualmente il diesel più potente in vendita in Europa: eroga 435 CV di potenza e 900 Nm di coppia disponibile tra 1.250 a 3.250 giri/minuto. Il SUV coupé può scattare da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi e raggiungere i 250 km/h di velocità massima, limitata elettronicamente. Nelle testate, il lato aspirazione è collocato all’esterno mentre il lato scarico si trova all’interno della V formata dalle bancate: e così i condotti dei gas sono più corti a tutto vantaggio della prontezza di risposta alle pressioni dell’acceleratore. Inoltre, segnalo la presenza del sound actuator e del compressore ad azionamento elettrico.

Quest’ultimo sfrutta l’energia data dalla rete di bordo a 48 Volt, perno centrale del sistema mild-hybrid (MHEV). Lo schema è ormai quello ben noto costituito da un alternatore/starter azionato a cinghia e collegato all’albero motore. Esso recupera fino a 8 kW di potenza nelle fasi di decelerazione del SUV. Questa energia viene poi stoccata in una batteria agli ioni di litio e successivamente veicolata ai vari dispositivi integrati nella rete di bordo. Al rilascio dell’acceleratore a velocità comprese tra 55 e 160 km/h, Audi SQ8 TDI V8 può veleggiare per inerzia per un massimo di 40 secondi. La riduzione dei consumi si quantifica in 0.5 litri ogni 100 km.

Esterni 

L’aspetto esterno è sicuramente molto cattivo e aggressivo: non mancano le superfici tese e slanciate. La linea spiovente del tetto evidenzia bene lo stile coupé. Vi ricordo che la lunghezza del veicolo è pari a 5,01 cm. I fari sono a LED di serie mentre la carrozzeria è provvista di diversi elementi che la rendono ancora più aggressiva. Essi sono: il single frame ottagonale con doppi listelli verticali, i blister quattro in corrispondenza dei passaruota, le protezioni sottoscocca, i gusci esterni degli specchietti in alluminio, l’estrattore in nero titanio opaco con integrati i terminali di scarico sdoppiati. È altamente consigliata la scelta del pacchetto look nero. I cerchi di serie sono da 21 pollici ma sono disponibili anche i 22″ anche con pinze dei freni verniciate di rosso e dischi freno carboceramici.

Interni

Tanto spazio per l’abitacolo, considerando il passo prossimo ai tre metri. Gli interni si caratterizzano, tra l’altro, per la presenza di: sedili sportivi, inserti in alluminio spazzolato opaco, listelli sottoporta illuminati, pedaliera e battitacco in acciaio inox. La personalizzazione è totale: penso subito alla possibilità di scegliere i rivestimenti in pelle e Alcantara oppure in pelle Valcona.

Il sistema MMI touch response si basa su due ampi schermi touchscreen. Quello superiore in look black panel permette di gestire le funzioni della navigazione e dell’infointrattenimento. Tramite quello inferiore, è possibile gestire il clima, le funzioni comfort e l’immissione dei testi.

Audi SQ8 TDI può contare anche sul sistema di comando vocale, sull’Audi Virtual Cockpit senza dimenticare il sistema d’infointrattenimento MMI Plus con MMI touch response. Per il trasferimento dati, viene utilizzato lo standard LTE Advanced con integrazione di un hotspot WLAN. La gamma dei servizi connect include anche l’assistente vocale Amazon Alexa.

Tecnica

Il grande SUV coupé è un concentrato di tecnologia. Tra i vari sistemi e dispositivi segnalo il cambio automatico titronic a 8 rapporti, il sistema di gestione della dinamica di marcia Audi drive select, le sospensioni pneumatiche adattive, il servosterzo progressivo senza tralasciare le quattro ruote sterzanti e la stabilizzazione antirollio attiva (entrambi a richiesta).

Infine, il SUV coupé è prevedibilmente farcito dei più moderni sistemi di assistenza alla guida e di sicurezza tra i quali segnalo il sistema di assistenza alla guida adattivo che riconosce la segnaletica stradale, le vetture lungo le corsie adiacenti ed il veicolo che precede.

Lascia un commento