La Pagani Imola 2020 è la hypercar stradale firmata Pagani Automobili e prodotta in una serie limitatissima ed esclusiva di soli 5 esemplari. Questa hypercar prende il nome dal circuito tecnico di Imola sul quale i tecnici l’hanno messa a punto.

Vettura-laboratorio innovativa

Questa vettura-laboratorio accoglie soluzioni estremamente innovative. Del resto, il fondatore Horacio Pagani cercava una vettura efficace e questo ha comportato l’impiego di diversi elementi aerodinamici. Innanzitutto, mi piace sottolineare come la vettura sia stata sottoposta a test durissimi che includevano 16.000 km in pista a velocità di gara che equivalgono a circa 3 volte la 24 Ore di Le Mans. La Imola sfrutta il sistema dell’aerodinamica attiva della Huayra. E così è possibile intervenire dinamicamente con ciascuna delle 4 ali mobili in relazione alla guida, anche in frenata generando freno aerodinamico.

Il nuovo gruppo sospensioni scarica a terra la tanta potenza e la poderosa coppia mentre segnalo la presenza di un sistema di ammortizzatori attivi a gestione elettronica su ciascuna ruota, interconnessi tra loro. La sospensione anteriore dialoga con la Central Unit che gestisce, oltre all’aerodinamica attiva, il controllo motore, il differenziale e la gestione del cambio. E grazie al sistema Smart Gas, gli ingegneri hanno ridotto il tempo delle cambiate. L’innovazione incide non solamente nell’utilizzo di materiali compositi avanzati per la creazione del monoscocca ma anche quando si pensa a dettagli quali il nuovo sistema di verniciatura Acquarello Light. Questo sistema consente di ridurre il peso della vernice di ben 5 kg.

Auto su misura

L’alleggerimento è uno dei cardini della filosofia di Pagani Automobili. Questo comporta l’impiego di leghe nobili come quelle di alluminio, titanio o cromo-molibdeno. Brembo ha fornito il suo impianto frenante potenziato e ottimizzato mentre Pirelli garantisce prestazioni notevolissime fornite dalle sue gomme Ultra High Performance costruite con l’innovativa tecnologia Next MIRS. Per quanto concerne lo sviluppo, Pagani ha ricordato che è il cliente stesso, talvolta, ad aver fornito intuizioni brillanti.

Scheda tecnica di sintesi: 

MOTORE: Mercedes-Benz AMG V12 60 °; cilindrata 5980 cc.
POTENZA: 827 cv
COPPIA: 1100 NM
TRAZIONE: Trazione posteriore
TRASMISSIONE CAMBIO: Xtrac AMT trasversale a 7 rapporti con differenziale
elettromeccanico
FRIZIONE: Frizione tridisco, differenziale a gestione elettronica,
sistema giunti tripode
SOSPENSIONI: Doppi bracci a triangoli indipendenti, molle elicoidali,
ammortizzatori controllati elettronicamente
FRENI: Doppi bracci a triangoli indipendenti, molle elicoidali,
ammortizzatori controllati elettronicamente
CERCHI: 20’’ anteriore, 21’’ posteriore
PNEUMATICI: Pirelli Trofeo R, front: 265/30, rear: 355/23 R21;
STRUTTURA, TELAIO E MATERIALI COMPOSITI: Monoscocca in Carbo-Titanio HP62 G2 e Carbo-Triax HP62 con telaietto tubolare anteriore e posteriore in acciaio
PESO A SECCO: 1246 kg *
DIMENSIONI: Passo – 2795 mm Larghezza – 2035 mm (2264 mm
con specchi) Lunghezza – 4853 mm
Altezza – 1269 mm

* versione di presentazione

Subscribe
Notificami

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments