Leclerc nella consueta passeggiata del giovedì / Foto: Ferrari

Il Tigrotto Charles Leclerc non vede l’ora di scendere in pista a Baku e ormai mancano davvero poche ore.

Il monegasco spera di essere competitivo e di poter puntare al massimo risultato possibile: ma la prima vittoria in Formula 1 non deve diventare un’ossessione anche se sappiamo bene che prima arriverà e meglio sarà.

Nel tradizionale incontro con i media del giovedì, Leclerc si è espresso così a proposito del circuito di Baku e della prima vittoria in F1.

Adoro tutti i circuiti cittadini, ma devo dire che questo mi ha sempre sorriso sia in Formula 2 che in Formula 1 dove l’anno scorso ho ottenuto i miei primi punti.

Se ho un obiettivo è quello di far bene, di lavorare per estrarre il massimo potenziale dalla vettura e di portare a casa i migliori risultati possibili. Naturalmente non sto dicendo che non sono impaziente di conquistare la mia prima gara nella massima categoria, però ritengo che sia sbagliato focalizzarsi sulla vittoria prima che sul lavoro. Cominciamo da quello, sono convinto che raccoglieremo i risultati che cerchiamo.

Ed il pensiero di Seb Vettel? Ve lo riporto subito: “Siamo ancora in condizione di potercela giocare. Nelle prime tre gare le cose non sono andate come speravamo, forse i nostri avversari hanno avuto un po’ più di quello che avrebbero meritato e noi un po’ meno, ma stiamo lavorando per invertire la tendenza e provare a cambiare le cose. Resto convinto che abbiamo un pacchetto molto competitivo e che se riusciamo a farlo funzionare correttamente possiamo essere molto molto veloci e rendere la vita difficile ai nostri rivali”.

Lascia un commento