Vettel vince GP Australia 2018. Foto: By courtesy of Pirelli

La F1 starebbe considerando l’opportunità di modificare l’attuale formato delle qualifiche, secondo quanto riportato da Auto Motor und Sport, per cercare di attrarre un pubblico più giovane e più propenso a seguire e ad interessarsi ad eventi di breve durata.

Liberty Media avrebbe proposto di allestire una gara sprint per le qualifiche della durata di 100 km senza limitazioni su benzina e gomme.

Questa gara sprint determinerebbe la griglia di partenza del Gran Premio domenicale di F1.

Il piano di Liberty prevederebbe anche l’accorciamento delle sessioni di prove libere del venerdì portate alla durata di un’ora. Inoltre, i tifosi, sborsando 50 Euro potrebbero visionare le auto da vicino: mossa questa che vuole avvicinare di più la F1 ai tifosi e non solo metaforicamente.

In un primo momento si era anche pensato di invertire alla domenica l’ordine ottenuto al sabato ma questa idea è stata messa subito nel dimenticatoio

Anche Niki Lauda, Presidente non esecutivo del Team Mercedes di F1, ha detto la sua: “Perché non impostiamo una durata massima per le gare? Diciamo 100 o 90 minuti. Le gare da due ore a Singapore e Monte Carlo sono difficili da vendere quando non succede niente per due ore.

Lascia un commento